Ottimismo – Airdrop "movimentato" per la criptovaluta OP – NotizieCriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 4 minuti
4.7/5 - (9 votes)

La vera sfida che i progetti blockchain devono affrontare si può riassumere in una parola: scalabilità. Quella capacità di assorbire un aumento significativo dell’attività, senza ritrovarsi a nuotare sott’acqua. Perché il valore totale bloccato (TVL), il prezzo di una criptovaluta nativa o persino l’anzianità non sono nulla senza questa capacità di scalare. Per questo motivo la rete Ethereum ha visto molti progetti di livello 2 per risolvere questo problema ricorrente. Ma cosa succede quando, anche con tutto l’ottimismo possibile, la congestione prende il sopravvento? Perché è esattamente quello che è appena successo nella prima fase del lancio della criptovaluta OP.

Una rapida precisazione, prima di iniziare questo articolo. Il malfunzionamento di una rete non significa che debba essere buttata via con le monete di merda. È molto più l’assenza di – o addirittura l’impossibilità – di miglioramento o di considerazione tecnica di questo tipo di problema, che è davvero un problema. L’industria delle criptovalute è uno spazio di innovazione e sperimentazione in tempo reale. E proprio come Bitcoin non è stato costruito in un giorno, il percorso verso destinazioni sconosciute è inevitabilmente irto di insidie.

Una verità che è particolarmente presente nel settore della blockchain applicata all’economia digitale delle criptovalute. Perché è ogni volta il successo di un progetto a scatenare la sua incapacità di assorbire il fervore. In testa c’è la versione Proof of Work di Ethereum e le sue improbabili commissioni, anche se attualmente sono ai minimi da mesi. Ma anche – e ironicamente – soluzioni concorrenti presentate forse un po’ troppo rapidamente come più efficienti. O gli strati 2 superati dai loro stessi lanci aerei…

Ottimismo – Un lancio aereo ad alta tensione

Alcune notizie fanno sorridere, con una condiscendenza proporzionale al loro grado di massimalismo nei confronti di Ethereum. Soprattutto quando si tratta di difficoltà che colpiscono reti il cui prestigio è stato costruito proprio per essere un’alternativa ad essa. Perché è sempre più facile affermare di essere capaci in teoria, che dimostrarlo in pratica. E non tutte le blockchain superano questo crash test con i risultati inizialmente attesi. Anche nel caso di questi layer 2, che dovrebbero fornire soluzioni alla congestione cronica della rete Ethereum.

Una situazione che il progetto Optimism ha appena sperimentato. Questo durante il lancio ufficiale del suo airdrop di criptovaluta OP, annunciato diverse settimane fa ed entrato in vigore da poche ore. Un’operazione molto attesa dai fortunati beneficiari di questa goccia, realizzata in gran parte sotto forma di premio per i primi utenti. E un importante successo per l’appuntamento. Al punto da aver causato la congestione di questo secondo livello (livello 2) che dovrebbe consentire a Ethereum (livello 1) di non soffrire di questo tipo di problemi.

Alle ore 17.00 (ora francese, ndr)Abbiamo distribuito e caricato il nostro contratto MerkleDistributor con i token OP per l’operazione Drop #1. L’errore più grande che abbiamo commesso è stato quello di non includere un’opzione di sospensione in questo contratto. Le richieste di risarcimento erano aperte e non avevamo modo di fermarle. Il vaso di Pandora è stato APERTO (bisogna amare l’immutabilità)!

Ottimismo da aviolancio – Molte lezioni da imparare

Perché anche prima di annunciare ufficialmente il lancio aereo sul suo account Twitter, la rete di Optimism era già sott’acqua. Con i beneficiari di questa operazione ovviamente ai blocchi di partenza, non appena è stato pubblicato il link ufficiale di rivendicazione le cose sono sfuggite di mano. Al punto da causare un sovraccarico di attività critiche. E la necessità per i suoi sviluppatori di “espandere massicciamente le risorse disponibili” per non soccombere a questo afflusso record.

Wow, che giornata. OP Drop #1 ha avuto un lancio movimentato che abbiamo finalmente stabilizzato dopo più di cinque ore di lavoro ininterrotto. (…) Abbiamo sottovalutato in modo significativo la quantità di carico che si sarebbe aspettata. (…) Ci sono molte lezioni che abbiamo imparato e che dovranno essere applicate a Drop #2.. “

Il vero problema era quello di mantenere il corretto funzionamento dell’RPC (Remote Procedure Call) pubblico. Questa funzionalità è all’origine delle interazioni con il portafoglio MetaMask o con la piattaforma Uniswap (UNI). E il rischio di un significativo rallentamento di tutte le transazioni legate alla criptovaluta OP. Questo è accaduto, ma in misura minore, secondo gli sviluppatori del progetto Optimism. che sono decisamente all’altezza del loro nome. E, secondo le parole di Martin Köppelmann, cofondatore di Gnosis, c’è solo una conclusione possibile: “scalare è difficile”.

OP Cryptocurrency – Un primo promettente lancio aereo

Un lancio aereo distribuito in diverse operazioni di lancio successive. E per fortuna, considerando le difficoltà incontrate in questa prima edizione. Ciò è dovuto in gran parte al tentativo di ridurre al minimo i classici tentativi di manipolazione del mercato in tali procedure.. Con un forte rialzo, seguito da un massiccio sell-off poche ore dopo il lancio. E un buyback al ribasso prima di risalire, se gli investitori sono presenti. I principali beneficiari saranno gli agricoltori che effettuano lanci aerei, specializzati in questo tipo di farsa.

OP – Ottimismo

Ma finora le cose stanno andando piuttosto bene per la criptovaluta OP. Quest’ultima è entrata direttamente al 136° posto nella classifica per capitale di mercato.Al momento della stesura di questo articolo. Con un valore stimato di 350 milioni di dollari, per una fornitura limitata a poco meno di 215 milioni di unità. Si tratta di circa il 5% della quantità massima prevista in futuro (4,29 miliardi di unità). E un prezzo di 1,70 dollari, attualmente in crescita del 22% nelle ultime 24 ore.. Speriamo che le prossime edizioni di questo lancio ritardato siano meno caotiche…

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.