5 MIGLIORI Portafogli hardware per criptovalute nel 2021! Pro e contro!

⌛ Tempo di lettura : 16 minuti
4.7/5 - (13 votes)

Il tuo portafoglio di criptovalute sta venendo bene. Quel BTC che hai comprato un paio di anni fa sta lentamente alimentando i suoi propulsori per un altro colpo di luna. Hai una sana quantità di ETH pronta per il lancio della versione 2.0 il prossimo mese/anno/ciclo lunare. Forse hai una pila di Altcoin con cui hai intenzione di fare il pirata e seppellirli in un posto sicuro per il prossimo decennio. Ogni tanto accedi al tuo conto di scambio per vedere come sta andando e ponderare la tua prossima mossa.

Se hai qualche centinaio di dollari bloccati nel tuo portafoglio ed è tutto tenuto su un scambio rispettabile allora non hai molto di cui preoccuparti, specialmente se hai tutte le opzioni extra di autenticazione a due fattori abilitate e hai impostato le email anti-phishing se il tuo exchange offre questa funzione. I migliori exchange hanno buone procedure di sicurezza in atto e spendono molti soldi ogni anno per mantenerle. Nel caso improbabile che il peggio accada, non è come se avessi perso l’argento di famiglia, anche se alcuni appassionati di criptovalute potrebbero pensare, “psssh, dimentica i cimeli di famiglia, perdere il Bitcoin di famiglia è peggio!

Improbabile, sì. Impossibile, no. Gli hack di scambio sono già accaduti prima, con conseguenze catastrofiche. Molti esperti veterani di criptovalute rabbrividiscono ancora nel ricordare il fiasco di Mt. Gox, mentre la saga BitGrail risuona ancora in tutto lo spazio.

portafoglio hardware crypto
Non le tue chiavi, non la tua Crypto. Immagine via Shutterstock

In entrambi i casi gli hacker se ne sono andati con milioni di dollari in criptovalute e gli investitori sono rimasti a fissare con orrore i loro schermi di computer. Questi sono due dei peggiori esempi, anche se ci sono stati altre violazioni più recenti. Le lezioni sono state imparate e la sicurezza è stata rafforzata, ma la minaccia rimane.

In altri casi, lo scambio stesso è stato il cattivo della situazione. Lo scandalo QuadrigaCX si legge come un trattamento per un film di Hollywood, ma ha causato un’indicibile miseria a coloro che ha colpito.

Ci sono un sacco di scambi là fuori che sono o del tutto loschi, o non investono abbastanza nella loro sicurezza, o sono semplicemente gestiti male. Ma vale la pena ricordare che, se memorizzi le tue monete su uno scambio – non importa quanto ben considerato e sicuro possa essere – non le controlli. Le chiavi private delle tue criptovalute sono detenute dallo scambio e se qualcosa va storto c’è poco o niente che tu possa fare.

…Non la tua criptovaluta

I migliori exchange fanno della sicurezza una delle loro massime priorità. La maggior parte insiste che gli utenti completino le procedure KYC (know your customer) al momento della registrazione. L’autenticazione a due fattori è di solito richiesta per accedere e i prelievi sono spesso limitati a specifici indirizzi di portafoglio inseriti nella lista bianca.

Qualsiasi exchange che valga la pena considerare terrà la maggior parte dei suoi fondi in conservazione a freddo, senza accesso a internet. I dischi con tutte le chiavi private degli utenti sono poi a volte conservati in caveau sicuri con intercapedini e guardie armate. Le chiavi private che contengono l’accesso all’oro digitale sono trattate in modo sicuro come se fosse la vera roba solida e lucida. Le migliori borse hanno anche un’assicurazione che significa che se si verifica una violazione, gli investitori colpiti saranno rimborsati.

Potete stare certi però che gli hacker non si saranno arresi. Ci sono troppi soldi da fare (o da rubare) e in alcuni casi, gli hacker hanno degli interessi piuttosto potenti dietro di loro. La tecnologia avanza sempre di più con i lucchetti più nuovi e brillanti che finiscono per sembrare arrugginiti.

E a parte la minaccia del furto c’è la questione della proprietà. Hai pagato per la tua criptovaluta, deciderai cosa farne, quindi dovresti averne le chiavi. In queste questioni vale la pena di ascoltare l’esperienza e quelli che hanno bussato alle gamme delle cripto per un po’ ti diranno che tenere le tue monete in uno scambio è una cattiva idea.

Prendi il controllo della tua criptovaluta

Una volta che hai deciso di rinunciare a tenere le tue monete su qualsiasi scambio tu stia usando, hai tre opzioni principali. La prima è quella di memorizzarle su un portafoglio mobile – fondamentalmente, un’applicazione per il tuo smartphone, controlla le migliori scelte di Guy per i portafogli mobili qui.

Questi portafogli mobili ti danno un maggiore controllo sulle tue criptovalute e ti permettono una maggiore libertà di usarle per pagare beni e servizi. Naturalmente hanno un grande svantaggio, che probabilmente avrai notato: sono ancora connessi a internet e quindi ancora vulnerabili agli attacchi.

La seconda opzione – e quella che più probabilmente piacerà a chiunque sia nato prima del 1970 circa – è un portafoglio di carta. Sì, di carta… ora mi sembra di ricordarlo. Qui stampi le tue chiavi private (di solito sotto forma di un codice QR) e le tieni da qualche parte al sicuro. Ci sono vantaggi nel farlo in questo modo, naturalmente. Se hai intenzione di custodire le tue monete per gli anni a venire, allora mettere le chiavi in un cassetto e dimenticarti di loro ti impedirà di spenderle o venderle.

Portafoglio di carta Bitcoin
1 milione di dollari di Bitcoin! Immagine Fonte

Finché il pezzo di carta è tenuto al sicuro e non viene perso o rubato, o messo nel riciclaggio da un partner ben intenzionato che ha finalmente perso la pazienza con voi per non aver ripulito lo studio, allora tutto dovrebbe andare bene.

La terza opzione è quella che ci interessa oggi ed è di gran lunga la migliore per coloro che detengono una quantità decente di crypto e vogliono tenerla al sicuro. Che tu sia un pesciolino, una balena o una via di mezzo (un barracuda?) allora un portafoglio hardware è quello che dovresti usare per conservare quelle monete.

I portafogli hardware sono dispositivi fisici che conservano le tue chiavi private e le tengono al sicuro da qualsiasi attacco esterno. Possono essere collegati a un computer o a un dispositivo mobile per consentire agli utenti di gestire e spendere le loro criptovalute, ma tutti gli aspetti di qualsiasi transazione e convalida sono fatti sul dispositivo stesso. Anche se il dispositivo utilizzato è infettato da malware o è altrimenti compromesso, il portafoglio hardware rimane sicuro e nessun altro può avere accesso alle chiavi private.

Ognuno dei portafogli menzionati qui oggi viene fornito con la caratteristica di vitale importanza di essere in grado di eseguire il backup del tuo portafoglio in modo da essere in grado di ripristinare il tuo portafoglio, e i tuoi fondi, se perdi o danneggi il portafoglio che memorizza le tue chiavi private, quindi per favore segui la buona etichetta di sicurezza crittografica 101 e assicurati sempre e SEMPRE di eseguire il backup di qualsiasi portafoglio che usi, software o hardware. Mantenere quelle frasi di recupero memorizzate in modo sicuro sarà probabilmente l’unico modo per recuperare i tuoi fondi se qualcosa dovesse andare storto con il tuo metodo di memorizzazione della crittografia scelto.

I 5 migliori portafogli hardware

Ci sono molti portafogli hardware sul mercato e scegliere quello giusto può essere difficile. Ecco perché abbiamo messo insieme una pratica guida ai nostri cinque migliori qui sotto. Ci sono alcune cose da valutare prima di scegliere quale sia quello giusto per te e le considereremo tutte in relazione a ciascun portafoglio:

  • Sicurezza: Anche se i portafogli hardware sono l’opzione più sicura, alcuni sono più sicuri di altri.
  • Monete supportate: Tutti i portafogli hardware memorizzeranno BTC, ETH e la maggior parte delle altre criptovalute principali. Tuttavia, se il tuo portafoglio include alcune altcoins meno conosciute, allora alcuni portafogli potrebbero non essere adatti.
  • Prezzo: Se il tuo portafoglio è relativamente piccolo, allora è probabile che tu non voglia pagare il massimo per un dispositivo su cui memorizzarlo. Come per ogni prodotto, i prezzi dei portafogli hardware variano.

Un ultimo punto da ricordare quando si acquista un portafoglio hardware è comprarlo sempre direttamente dal produttore. Ci sono stati alcuni casi di tipi senza scrupoli che hanno comprato un portafoglio, estratto le parole chiave e poi rivenduto il dispositivo. Quando l’ignaro acquirente ha caricato le sue criptovalute, i farabutti sono stati in grado di rimuovere i loro fondi usando queste parole chiave.

Evita di comprare il tuo portafoglio da eBay o da qualsiasi altro posto dove potrebbe essere stato manomesso e ordina direttamente dal sito web del fornitore. La maggior parte di loro offre anche la spedizione gratuita, a meno che non vi capiti di vivere in qualche posto particolarmente esotico.

Quindi, armati di queste conoscenze, diamo un’occhiata ai migliori portafogli hardware sul mercato.

1. Trezor Modello T

Prendendo il primo posto sul nostro podio è il Trezor Modello T, il prodotto di punta offerto dai ragazzi di Trezor. Il marchio Trezor è una creazione della società praghese Satoshi Labs (Trezor significa ‘caveau’ in ceco) e il primo dispositivo è stato lanciato nel 2013. Questo portafoglio hardware top di gamma costa 195 dollari e supporta oltre 1.000 criptovalute. Trezor è stato controllato da ricercatori di sicurezza di terze parti e vanta una lunga storia di successo. Dal rilascio, non ci sono stati casi noti di hacking di successo con conseguente perdita di fondi degli utenti fino ad oggi. Trezor può essere utilizzato con il portafoglio online Trezor web su desktop o mobile, o tramite l’app Trezor suite scaricata su desktop.

Suite Trezor

Trezor Suite Desktop Wallet App Immagine via Wiki di Trezor

Trezor può anche essere integrato con portafogli web 3.0 come Metamask e ha anche formato una partnership unica e un’integrazione con il popolarissimo portafoglio software Exodus, combinando le caratteristiche convenienti e l’interfaccia utente del portafoglio software Exodus con la sicurezza del portafoglio hardware Trezor. Puoi leggere di più su questo argomento qui.

Trezor offre due portafogli hardware, il meno robusto e più economico Trezor one e naturalmente l’ammiraglia Model T. Uno dei vantaggi più evidenti del Model T rispetto al Model One è che hai più supporto per le monete, e le informazioni sensibili come il codice pin e le frasi di recupero sono inserite direttamente sul touch screen del Model T mantenendo tutte le informazioni sensibili fuori dal computer, a differenza del Trezor One. Un elenco completo delle monete supportate sia dal Trezor one che dal Trezor Model T può essere trovato qui.

  • Prezzo: $195 (£130/€165)
  • Monete supportate: 1,000+ Elenco completo qui

Un altro grande vantaggio del Trezor Model T rispetto al dispositivo Model One è che ha quel touch screen a colori facile da usare. Ho trovato questo molto più efficiente che dover mischiare con i pulsanti sia sul dispositivo Model One che sui registri. Trezor è compatibile con i principali sistemi operativi dei computer: Windows, Mac, Linux, e funziona con Android per mobile. I sistemi operativi mobili IOS e Windows di Apple, così come Chrome OS non sono ancora supportati.

Trezor Modello T

Ottieni il tuo Trezor Model T dal sito ufficiale Store

L’impostazione del Modello T è anche abbastanza veloce e molto facile da usare. Tutto quello che dovrete fare è installare il ponte e assicurarsi che il firmware sia aggiornato e questo dovrebbe essere tutto. Mentre il Model T è il dispositivo premium offerto da Trezor, molti utenti non ritengono che valga più del doppio del prezzo del Trezor One. Mentre entrambi sono opzioni fantastiche per l’archiviazione di criptovalute che offrono sicurezza di alto livello, se non hai bisogno del supporto aggiuntivo per le attività e non ti dispiace non avere un touchscreen, allora prendere il Trezor One per 65 dollari è un modo più economico e sicuro per garantire che i tuoi fondi siano al sicuro.

2. Ledger Nano X

Il secondo posto sul nostro podio va a Ledger’s Nano X. Per coloro che non lo sanno, Ledger è una società con sede in Francia e sono considerati lo standard nel mercato dei portafogli hardware. Il Ledger Nano X è il prodotto di punta della scuderia Ledger ed è più costoso dell’entry-level Nano S. Il Nano X memorizza oltre 1.800 diverse criptovalute ed è dotato di sicurezza leader nel settore, tra cui un chip sicuro certificato CC EAL5+. Il dispositivo Ledger può connettersi con un computer desktop attraverso un cavo USB, così come desktop o mobile attraverso una connessione Bluetooth. Ledger può funzionare su Windows, Mac, Linux, IOS e Android.

Sicurezza leader

Il funzionamento interno del Ledger Nano X Immagine via Ledger

 

Attraverso l’uso del software Ledger Live gli utenti possono gestire le loro monete su desktop o mobile per le transazioni in movimento. Le tue chiavi private non possono essere accessibili dal computer o dal cellulare, rendendo questo più sicuro del semplice utilizzo di un portafoglio mobile. Ledger è incredibilmente sicuro e ad oggi, non ci sono state vulnerabilità o exploit ai portafogli stessi.

Anche se la maggior parte delle criptovalute può essere gestita attraverso l’uso del software Ledger Live, ci sono molti asset che hanno portafogli nativi non ancora supportati dal software. Tuttavia, data la popolarità dei dispositivi hardware Ledger, molti di loro si sono integrati con Ledger per consentire agli utenti di memorizzare in modo sicuro le loro chiavi.

Mentre il Nano X è più costoso, ha tutto ciò che il Nano S ha, mentre viene anche con la connettività Bluetooth, uno schermo leggermente più grande e la capacità di memorizzare 100 applicazioni, in contrasto con le tre o sei applicazioni disponibili sul Nano S che è stato segnalato come un punto dolente per molti utenti in quanto ritengono che non ci sia abbastanza spazio per installare abbastanza applicazioni per supportare più reti diverse lasciando gli utenti incapaci di tenere tutte le loro monete preferite. Entrambi i Ledger Nano supportano anche l’integrazione con portafogli web 3 come Metamask, permettendo agli utenti di accedere a varie piattaforme DeFi.

Portafoglio Ledger Nano X
Ottieni il tuo Ledger Nano X dal sito ufficiale Store
  • Prezzo: $119
  • Monete supportate: 1,800+ Elenco completo qui

Per gli utenti di criptovalute senza la necessità di 100 app, o la necessità di memorizzare più Altcoin diversi, il Ledger Nano S può essere una soluzione migliore per un prezzo che è più facile sul conto bancario ($59/£43/€50). Non c’è molto che separa i due dispositivi Ledger e la maggior parte delle persone sarebbe probabilmente più che felice con il più economico Nano S. Tuttavia, per tutte le caratteristiche e la capacità di memorizzare una serie di attività diverse, il Nano X prende meritatamente uno dei primi posti.

È importante farvi sapere che Ledger ha subito una violazione dei dati a metà del 2020 che ha portato al furto di 272.000 indirizzi di casa, numeri di telefono, nomi e circa un milione di indirizzi e-mail da parte degli hacker. Mentre i cripto-asset stessi non erano a rischio, questa violazione ha portato all’invio di false e-mail da parte di hacker che si fingevano personale Ledger chiedendo le chiavi private degli utenti e le frasi di recupero. Questa violazione dei dati e la mancanza di diligenza da parte del team Ledger ha fatto perdere a molti clienti la fiducia nella sicurezza e nella reputazione del prodotto Ledger e dell’azienda. Se volete maggiori informazioni riguardo l’hack di Ledger, Guy ha creato un sito dedicato video sull’hack, e ulteriori informazioni sulla violazione possono essere trovate qui.

3. KeepKey

Al terzo posto della nostra lista c’è il KeepKey portafoglio hardware. Non si può rimproverare KeepKey per il prezzo, dato che per meno di 50 dollari si fa fatica a trovare un portafoglio hardware migliore. È anche ben progettato, con una robusta custodia in metallo e con uno schermo più grande di qualsiasi dei suoi rivali. KeepKey è stato acquistato da Shapeshift nel 2017, quindi il portafoglio ha una piena integrazione con la piattaforma Shapeshift e il suo scambio a cui si può accedere direttamente dal portafoglio KeepKey. Keepkey ha solo la possibilità di generare una frase di recupero di 12 parole, e gli utenti gestiscono i loro fondi tramite la piattaforma Shapeshift quando il dispositivo è collegato a un computer via USB.

Keepkey

Portafoglio hardware Keepkey. Immagine via KeepKey

La sicurezza di KeepKey è stata compromessa quando i rivali Ledger hanno trovato un modo per estrarre i codici pin dal portafoglio, anche se questo richiedeva il possesso fisico di esso. L’inconveniente è stato poi risolto in un aggiornamento.

  • Prezzo: $49
  • Monete supportate: Circa 40+. Elenco completo qui

Lo svantaggio principale con KeepKey è la sua relativa scarsità di supporto per le monete in relazione agli altri portafogli in questa lista. Il portafoglio Keepkey manca anche di integrazione con molti portafogli web 3 come Metamask, lasciando gli utenti incapaci di interagire con molte app DeFi. Keepkey supporta nativamente Bitcoin, Bitcoin Cash, Bitcoin Gold, Dash, Dogecoin, Ethereum, Rete Kyber, Litecoin e DigiByte e può essere accoppiato con MyEtherWallet per consentire il supporto di qualsiasi token ERC-20. Questa è ancora una lista piuttosto limitata rispetto ai suoi rivali e potrebbe rivelarsi inadatta a chiunque abbia un portafoglio particolarmente vario.

4. Ellipal Titan

Il quarto posto della nostra lista va al Ellipal Titan. Il Titan è un portafoglio di archiviazione fredda ad aria compressa che funziona in completo isolamento di rete per una vera archiviazione fredda offline. Ellipal Titan ha un costo di 169 dollari, più dell’entry-level Trezor One e Ledger Nano S, ma il prezzo elevato può valere il costo per alcuni utenti di criptovalute. Questo portafoglio hardware ha il più ampio supporto di monete in questa lista ed è sigillato per garantire che sia a prova di polvere e acqua, venendo anche con una funzione anti-tamper che cancellerà tutte le chiavi private se qualcuno cerca di entrare fisicamente nel dispositivo per manometterlo. Il dispositivo stesso è protetto da un codice di accesso, quindi gli utenti dovrebbero essere sicuri di usare un codice di accesso forte con questo dispositivo e conservare Titan in un posto sicuro come si farebbe con qualsiasi portafoglio hardware.

Ellipal Titan

Ellipal Titan Portafoglio a freddo Immagine via Ellipal

Ellipal Titan è l’unico portafoglio in questa lista che è tenuto completamente separato dalla connettività di rete, con una maggiore sicurezza sotto forma di fare affidamento solo sui codici QR per trasferire i dati. L’Ellipal non può essere collegato ad alcuna connessione come USB, Wifi o Bluetooth, proteggendo la tua crittografia da attacchi remoti e di rete.

Ellipal supporta in modo impressionante 40 diverse blockchain e più di 10.000 criptovalute con nuove monete aggiunte ogni mese, e permette anche agli utenti di puntare beni, guadagnare interessi e persino comprare o scambiare criptovalute attraverso le app che possono essere installate sul portafoglio. Il portafoglio hardware Ellipal può essere utilizzato in combinazione con l’app mobile Ellipal che è disponibile sia su IOS che su Android. Un elenco completo delle monete supportate può essere trovato qui.

  • Prezzo: $169
  • Monete supportate: 40 Blockchains, oltre 10.000 monete e token. Elenco completo qui.

Alcuni dei contro con il portafoglio sono che l’indirizzo Bitcoin predefinito genera l’indirizzo Bitcoin BIP 44 che inizia con il numero 3 invece del nuovo e ampiamente accettato BIP 84 indirizzi Bitcoin che inizia con bc, che potrebbe portare a transazioni Bitcoin più costose per gli utenti. Un altro motivo di rottura per molti utenti è che il portafoglio Ellipal non dà agli utenti l’accesso alle proprie chiavi Xpub che lascia questo portafoglio non operabile con molte applicazioni e non dà agli utenti la possibilità di importare portafogli “solo vista”. Diversi gateway di pagamento crittografico per il commercio elettronico utilizzano Xpub per generare nuovi indirizzi di pagamento per vari checkout, quindi questa limitazione del portafoglio dovrebbe essere considerata.

Ellipal Mobile

Ellipal Titan che lavora con un dispositivo mobile Immagine via Ellipal

Gli utenti attenti alla sicurezza potrebbero essere scoraggiati dalla capacità di Ellipal di generare solo una frase di seme di 12 parole invece di una frase più sicura di 24 parole, e il portafoglio non ha alcun supporto per monete di prova per qualsiasi rete blockchain. La mancanza di capacità di aggiungere un RPC personalizzato potrebbe essere un motivo di rottura per gli utenti che sono interessati a eseguire reti di prova o monete di prova per imparare come funzionano certe reti.

5. SecuX V20

L’ultimo della nostra lista è il SecuX V20 che sembra qualcosa di futuristico uscito da un film di fantascienza. Anche se le sue dimensioni sono considerate un po’ robuste per molti appassionati di crittografia in movimento, il SecuX V20 contiene una suite completa di caratteristiche di sicurezza sul posto, dalla catena di produzione protetta, all’imballaggio antimanomissione, fino al suo Infineon SLE Solid Flash CC EAL5+ certificato di livello militare per mantenere i vostri beni al sicuro. Il SecuX V20 è realizzato con una robusta custodia in alluminio che assicura longevità e protezione contro urti e cadute.

Secux

Immagine del portafoglio hardware SecuX V20 via Secuxtech

Questo portafoglio hardware si collega tramite USB C o Bluetooth ed è compatibile con Windows, IOS, Android, Google Chrome, Mac e Linux. La connessione a entrambi i dispositivi desktop e mobili avviene tramite l’app SecuX dedicata. Il SecuX V20 supporta oltre 1000 monete e token, un elenco completo può essere trovato qui.

  • Prezzo: $139
  • Monete supportate: 1.000+ Criptovalute. Elenco completo qui.

Il portafoglio SecuX ha una batteria interna, quindi il dispositivo può essere caricato con il cavo USB C che viene fornito con esso consentendo l’uso del dispositivo in movimento. Il portafoglio è facile da interagire in quanto ha un touch screen a colori da 2,8 pollici, rendendo questo dispositivo più simile a un mini computer crittografico portatile che semplicemente un portafoglio. Il SecuX è compatibile con gli standard BIP 32, 39 e 44 e utilizza l’autenticazione a 2 fattori durante la connessione Bluetooth per una maggiore sicurezza.

SecuX Mobile

SecuX V20 in uso con un dispositivo mobile Immagine via Secuxtech

Il SecuX V20 ha un backup utilizzando una frase di recupero più sicura di 24 parole invece delle 12 parole standard, e il portafoglio stesso è accessibile con un codice pin impostato dall’utente. Il portafoglio ha anche una funzione “portafoglio nascosto” che permette agli utenti di nascondere un portafoglio separato nascosto all’interno del portafoglio con il proprio pin come un ulteriore livello di sicurezza.

Un grande svantaggio con questo portafoglio, come con qualsiasi portafoglio hardware a parte Trezor e Ledger è la mancanza di integrazione con i portafogli web come Metamask e la mancanza di supporto mainstream, lasciando gli utenti incapaci di accedere a molte applicazioni DeFi fino a quando questi portafogli diventano più ampiamente adottati. Gli utenti di questo portafoglio non sono anche in grado di visualizzare le loro chiavi Xpub lasciando gli utenti incapaci di tirare in vista solo portafogli come quelli utilizzati da alcune applicazioni di terze parti, e limita vari gateway di pagamento crittografico per il commercio elettronico. Non c’è anche il supporto per le monete testnet né la possibilità di aggiungere token personalizzati.

Mantieni il segreto, tienilo al sicuro

Vale la pena menzionare che Trezor e Ledger sono stati entrambi leader del settore per molti anni, sono stati provati e testati, hanno superato molteplici audit di sicurezza e hanno fissato l’asticella della sicurezza dei portafogli a freddo. Questo non significa necessariamente che la loro sicurezza sia superiore, o anche che i prodotti siano migliori, dopo tutto, vediamo la vecchia tecnologia essere superata da una nuova e migliore tecnologia tutto il tempo, non pensate oltre all’iPod che sostituisce il lettore cd Discman, ma molti utenti trovano confortante la lunga storia di successo e la forte reputazione di questi portafogli. Gli altri menzionati in questa lista non sono ancora all’altezza della reputazione di questi due leader del settore, e non sono in giro da così tanto tempo, quindi assicurati di essere sicuro della sicurezza del portafoglio che scegli e fai la tua ricerca approfondita prima di decidere di affidare i tuoi fondi a qualsiasi portafoglio di criptovalute.

Qualunque portafoglio tu scelga, devi comunque mitigare il rischio che cada nelle mani sbagliate. Tutti i portafogli hanno codici pin, così come parole e frasi di partenza utilizzate per l’accesso e il recupero. Va da sé che questi dovrebbero essere conosciuti solo da te.

Scrivili e tienili in un posto sicuro, lontano da occhi indiscreti. Alcune persone con grandi portafogli prendono estremamente sul serio la loro sicurezza. Guy, per esempio, tiene il suo portafoglio in una cassetta di sicurezza e le sue parole seme in un’altra, entrambe in luoghi separati.

La tecnologia può tenerci al sicuro solo fino ad un certo punto. Se qualcuno riesce ad impossessarsi sia di voi che del vostro portafoglio hardware, non c’è molto che si possa fare per impedirgli di costringervi a consegnare il vostro codice pin o le vostre parole chiave con l’aiuto di un’arma e qualche gesto minaccioso (un Attacco con chiave inglese da 5 dollari se volete il termine tecnico).

Ci sono però due passi che puoi fare per ridurre questo rischio. Uno è un portafoglio nascosto che ti permette di impostare portafogli extra sul tuo dispositivo che solo tu conosci. Sia Ledger che Trezor e SecuX lo offrono, anche se è un po’ complicato.

E l’altro? Questo passo è il più semplice di tutti: tieni la tua criptovaluta sul QT e non andare a mostrare il tuo nuovo portafoglio scintillante in giro. Dopo tutto, vuoi davvero che qualcuno sappia quanti XRP hai caricato in passato?

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.