Grayscale Bitcoin Trust fa un salto in picchiata – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.8/5 - (11 votes)

I veicoli di investimento istituzionali in criptovalute sono caduti in disgrazia negli ultimi tempi. Uno dei più iconici, il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), è in declino, registrando un minimo storico dal picco raggiunto nel dicembre 2020. La colpa è del mercato orso? Forse, ma il suo declino non è nuovo.

Il Grayscale Bitcoin Trust non è più popolare

Il pioniere degli investimenti istituzionali in bitcoin non è nelle migliori condizioni. La quota del suo prodotto di punta, GBTC, che al suo picco era scambiato a 56 euro, ora vale solo 11,73 dollari..

bitcoin
Fonte : TradingView

Mentre attualmente detiene ancora 3,12% dell’offerta totale di Bitcoin, o più di 654.000 BTC Il volume di scambi giornalieri del suo fondo Bitcoin è diminuito costantemente, indicando una chiara mancanza di interesse da parte degli investitori.. Tuttavia, con un sconto record del 35,18Secondo gli ultimi dati, la versione di settembre 2022 del GBTC è un buon affare rispetto al valore del suo asset sottostante. Ma come per il bitcoin, che è diventato così ambito a 50.000 dollari e quasi nessuno lo compra a meno di 20.000 dollari, il Grayscale Bitcoin Trust non attira più molte persone. E questo non è solo la conseguenza del famoso inverno delle criptovalute in cui l’ecosistema è stato immerso per quasi un anno.

Un declino non nuovo

Come promemoria, al picco del hypeQuando il mercato si aggirava intorno ai 3.000 miliardi di euro, Grayscale deteneva circa 60 miliardi di dollari in gestione, ora ridotto a 18 miliardi di euro. Ma il suo declino era già iniziato, come abbiamo notato nel marzo 2021.

 

I motivi : rivali dai denti lunghi che vennero a competere con lui sul terreno dove aveva regnato per molti anni.. Infine, il gigante BlackRock ha appena annunciato che si sta posizionando in questa nicchia temporaneamente fiacca (se BlackRock è coinvolto, è perché il segmento è promettente) con il lancio di un trust Bitcoin. Ma anche l’introduzione di prodotti basati sullo scambio che offrivano soluzioni di esposizione più economiche a BTC. Tanto peggio se si trattasse solo di derivati e non di ETF sostenuti da bitcoin “fisici”. Il pubblico si è precipitato a comprare questa nuova offerta, che da allora è stata colpita da un mercato ribassista.

Fonte: Partecipazioni al fondo

Un doppio effetto “kiss hard”: il calo delle criptovalute e il fatto che gli investitori sono sempre più alla ricerca di un prodotto borsistico che li esponga direttamente a questa nuova asset class.

Lo sconto record di GBTC preannuncia un ulteriore calo del prezzo del Bitcoin?

Una manna dal cielo per Grayscale, che pensava di avere, grazie al suo tesoro di BTC, tutti gli asset in mano per piegare il regolatore finanziario americano (la SEC) e ottenere finalmente l’approvazione per emettere un ETF di Bitcoin in contanti. Sappiamo cosa è successo dopo, il rifiuto ostinato dell’ente regolatore e i dibattiti che continuano nei tribunali.

Gli investitori sono quindi bloccati con le loro azioni GBTC scontate e si affrettano a venderle non appena termina il periodo di lock-in..

E questo per quanto riguarda l’epoca del suo splendore, le fluttuazioni al rialzo e al ribasso del GBTC erano un indicatore della futura direzione della curva del bitcoin, oggi sembrano essere meno significative. La sua influenza sul mercato a pronti, dopo la comparsa di una serie di ETF e fondi BTC, è diventata trascurabile. In ogni caso, i prodotti d’investimento in criptovalute di tutte le categorie sono stati sorprendentemente poco attivi per settimane, in linea con un mercato orso che sta prendendo piede. Quanto al fatto che il peggio sia passato, non possiamo giurarlo.

Mercato orso? Sicuramente. È un buon momento per iniziare con le criptovalute? Sicuramente. Quindi iscrivetevi subito su la piattaforma FTX e riceverete uno sconto a vita sulle vostre commissioni di trading (trade link).

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *