Analisi di IOTA – Il mezzo che calma gli spiriti – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.7/5 - (17 votes)

 

Dopo settimane di tendenza al ribasso, IOTA sembra aver trovato un supporto relativamente forte nel medio termine. Che potrebbe essere la base per un futuro rimbalzo… Se la situazione generale non peggiora! Analisi.

IOTA – Grafico settimanale: pochi segnali rialzisti nel medio termine

Da un anno a questa parte, i prezzi hanno continuato a ritracciare verso minimi sempre più bassi.

IOTA – Grafico settimanale

Infine, questa affermazione non è più valida da quando un supporto è riuscito a fermare la caduta infernale. Questo supporto, identificato dal SSB settimanale a 0,25$La situazione negli ultimi mesi rimane invariata. La situazione degli ultimi mesi rimane ancora sotto pressione in quanto non si intravede alcun segnale di rimbalzo tecnico.

Infatti, il Tenkan settimanale per iniziare a vedere un accenno di rimbalzo. Quindi, rompere questa resistenza a 0,31$. Per il momento, questo non è all’ordine del giorno con i prezzi che non hanno la forza e il volume necessari per costruire questo tipo di svolta.. Sarebbe necessario iniziare a trovare un per allentare la pressione sugli acquirenti.

L’indicatore RSI non mostra alcun movimento e rimane nella sua zona di vendita. Si noti la divergenza positiva a favore del supporto di medio termine. E ciò dimostra che questo blocca davvero i venditori.

Si noti che se il supporto di cui sopra si rompe, sarà necessario prendere in considerazioneager il $0,22 come prossima zona di soccorso…

IOTA – Grafico giornaliero: ancora sotto le nuvole!

Sebbene quest’estate sia stato avviato un tentativo di rimbalzo, i prezzi hanno subito una violenta inversione di tendenza e ora sono tornati al punto di partenza, cioè il sostegno a medio termine di cui soprat.

IOTA – Grafico giornaliero

Ichimoku mostra che il la situazione non è molto attraente per gli acquirenti con candele che rimangono bloccati nella Tenkan giornaliera e non sono riusciti a superare questa sottile nuvola, costruita alla fine di settembre.

L’indicatore MACD Anche le medie mobili convergono nuovamente verso il basso.

Un primo segnale di rimbalzo sarà quindi dato da un ritorno al di sopra di questa nuvola giornaliera. Questo segnale dovrà essere confermato da la Lagging Span giornaliera, che uscirà anch’essa dalla parte superiore della nubeper essere sicuri della sua veridicità.

Da un punto di vista fondamentale, questo aumento si verificherà dopo che annunci chiari da parte delle Banche Centrali e la conferma che l’inflazione sta iniziando ad essere controllataAl momento in cui scriviamo, questo è ben lungi dall’essere il caso. Infatti, molti dati macroeconomici vengono diffusi e non mostrano ancora alcun segno di evoluzione positiva. Questo dimostra anche che la Federal Reserve non è pronta a ridurre il suo potere di attacco..


 

 

 

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *