Russia: Putin vieta i pagamenti in criptovaluta-Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.6/5 - (14 votes)

 

Gli asset digitali non hanno finito di fare notizia in Russia. Mentre il Ministero delle Finanze stava ancora discutendo la possibilità di emettere una stablecoin russa, Putin ha messo fine al dibattito. Il presidente russo ha firmato una legge che vieta i pagamenti in beni digitali all’interno del Paese.

Vladimir Putin contro i pagamenti in criptovaluta nella Federazione Russa

Mentre alcuni Paesi scelgono di adottare le criptovalute, la Federazione Russa mantiene la sua ostilità. In effetti, il Paese è chiuso all’uso dei beni digitali e lo dice. Sebbene la Russia non abbia ancora regolamentato in modo completo le criptovalute, il Presidente Putin si oppone apertamente all’uso delle criptovalute come mezzo di pagamento nel suo Paese.

In effetti, la legge sui beni finanziari digitali del gennaio 2021 ha evidenziato due termini giuridici. In particolare, i diritti digitali di utilità (UDR) e gli asset finanziari digitali (DFA). Mentre i funzionari russi fanno una distinzione tra le due cose, Putin non la vede allo stesso modo. Di conseguenza, la sua legge copre tutti i beni digitali in generale.

Il 7 giugno, questo legislazione è stato presentato alla Duma di Stato da Anatoly Aksakov, presidente della Commissione per i mercati finanziari. Un mese dopo è stato approvato dal capo di Stato russo. Il rublo diventa l’unica valuta legale per i pagamenti. Le piattaforme di scambio che operano nel Paese devono conformarsi a questo ordine.

Una porta aperta per le criptovalute?

Sebbene il governo russo abbia approvato una legge che vieta i pagamenti in criptovaluta, gli asset digitali potrebbero trovare spazio nell’economia del Paese. In effetti, altre leggi federali potrebbero prendere in considerazione i pagamenti DFA nel prossimo futuro.

Di fronte alle sanzioni straniere che hanno fatto seguito all’invasione dell’Ucraina, a Mosca sta lentamente circolando una proposta. A seguito delle restrizioni finanziarie, alcuni stanno valutando la possibilità di legalizzare i pagamenti in criptovaluta su piccola scala nel commercio internazionale con i partner della Russia.

Sembra che non tutti siano contenti di questa decisione. La legge entrerà in vigore 10 giorni dopo il suo annuncio nella Gazzetta ufficiale russa. Tuttavia, secondo un rapporto del Business Information Portal (BIP), alcuni punti del documento sono controversi. Secondo gli esperti legali russi, l’opzione delle esenzioni dovrebbe essere rivista.

La Russia non sembra essere in procinto di schierarsi con le criptovalute. Infatti, la legge che vieta pagamenticripto nel Paese mostra finalmente la posizione del Presidente Putin nei confronti di questi asset. Tuttavia, alcuni esperti legali ritengono che le criptovalute abbiano ancora la possibilità di essere estratte a Mosca.

Ricevi una sintesi delle ultime notizie sul mondo delle criptovalute iscrivendoti al nostro nuovo servizio di newsletter giornaliera e settimanale, per non perderti nessuna delle notizie essenziali di Notiziecriptovalute.it

 

 

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.