Recensione Coinbase 2022: comprare e vendere criptovalute – è sicuro? Tutti i pro e i contro

⌛ Tempo di lettura : 12 minuti
4.8/5 - (14 votes)

Se state pensando di entrare per la prima volta nel mondo delle criptovalute, internet è ormai pieno di scambi di terze parti che vi permettono di comprare e vendere gettoni digitali con un semplice clic.

Mentre alcuni si concentrano su commissioni di trading basse o su un ampio elenco di monete supportate, altri, come Coinbase, sono leader nel settore delle criptovalute. semplicità gara. In altre parole, se volete acquistare criptovalute come Bitcoin o Ethereum ma non avete esperienza nell’uso degli exchange, Coinbase potrebbe essere il vostro miglior porto di riferimento. Anche se questo potenzialmente avverrà a spese di commissioni più elevate?

Tuttavia, abbiamo creato la recensione definitiva di Coinbase in modo che possiate determinare se la piattaforma è giusta o meno per voi. Abbiamo trattato tutto, da come funziona Coinbase, a cosa vi permette di fare, al numero di monete supportate, alle commissioni, ai metodi di pagamento e altro ancora.

Cominciamo con lo scoprire che cos’è effettivamente Coinbase.

Visita Coinbasehttp://coinbase.com/join/viscon_g

Che cos’è Coinbase?

Lanciato nel 2012 e con sede a San Francisco, in California, Coinbase è un broker di scambio che facilita l’acquisto e la vendita di criptovalute. Guidato dall’amministratore delegato Brian Armstrong, Coinbase è spesso utilizzato da investitori inesperti che cercano di acquistare criptovalute per la prima volta, anche perché la piattaforma supporta metodi di pagamento quotidiani come carte di debito/credito, bonifici bancari e persino PayPal.

Per illustrare quanto sia diventata grande Coinbase, la piattaforma sostiene di aver registrato un eccesso di 30 milioni di clienti dal suo lancio nel 2012, con oltre 150 miliardi di dollari di asset di criptovalute scambiati lungo il percorso. Questo risultato è stato ulteriormente amplificato dall’espansione internazionale di Coinbase, con la piattaforma ora supportata in più di 103 Paesi in tutto il mondo.

Spesso si fa confusione sul fatto che Coinbase sia un broker o un exchange, dato che i due termini sono usati in genere in modo intercambiabile. In effetti, si tratta di entrambi. Da un lato, i servizi di intermediazione della piattaforma consentono ai clienti di acquistare e vendere criptovalute direttamente da Coinbase. Tuttavia, poiché la società offre anche una piattaforma di scambio più tradizionale, Coinbase Pro, opera effettivamente come broker. e uno scambio.

Oltre ai suoi principali servizi per i consumatori, Coinbase si sta affermando anche nello spazio istituzionale. Questo è particolarmente vero per i servizi di custodia della piattaforma, che cerca di offrire una sicurezza di livello istituzionale per le criptovalute detenute.

In effetti, è stato recentemente riportato che Coinbase sta sperimentando una domanda istituzionale tra i 200 e i 400 milioni di dollari a settimana. Poiché le criptovalute sono probabilmente ancora agli inizi, questo numero è destinato a crescere.

In termini di regolamentazione della piattaforma, Coinbase è registrata come Money Service Business presso la FinCEN e rispetta tutte le normative antiriciclaggio e di finanziamento del terrorismo. Per questo motivo tutti i clienti devono essere identificati quando utilizzano Coinbase. Al di fuori delle sue operazioni negli Stati Uniti, Coinbase è autorizzata a operare come Money Service Business dalla Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito.

Ora che abbiamo trattato le basi di ciò che è Coinbase, nella prossima sezione esploreremo come funziona il processo di acquisto e vendita.

Come si comprano e vendono le criptovalute su Coinbase?

Come caratteristica principale della gamma di prodotti Coinbase, in continua crescita, comprare e vendere criptovalute è facilissimo. In effetti, questo è uno dei motivi principali per cui ha attirato così tanti utenti negli ultimi sette anni. Indipendentemente dall’esperienza, l’acquisto può essere effettuato con facilità.

Inoltre, sebbene il numero di criptovalute supportate da Coinbase sia ancora relativamente piccolo, la piattaforma funge da semplice passaggio per l’acquisto di token digitali di piccola e micro-capitale su altre borse.

Per mostrarvi come funziona, vi illustriamo di seguito il processo di configurazione principale.

Passo 1: Aprire un account

Per prima cosa è necessario recarsi sulla homepage ufficiale di Coinbase. In alto a destra della pagina dovrete cliccare su “Inizia” per aprire un conto.

Dovrete inserire il vostro nome e cognome e il vostro indirizzo e-mail. Coinbase vi invierà un’e-mail che dovrete verificare.

Successivamente, dovrete selezionare se volete aprire un conto “Individuale” o “Aziendale”. A meno che non vogliate acquistare e vendere volumi significativi, scegliete il primo.

coinbase.com/join/viscon_g

Passo 2: Confermare il numero di cellulare

Ora dovrete inserire il vostro numero di cellulare personale. Coinbase vi invierà un messaggio SMS contenente un codice univoco, che dovrete inserire sullo schermo per verificare di essere il legittimo proprietario del dispositivo.

Questo è assolutamente fondamentale, in quanto il dispositivo mobile vi servirà per accedere alle funzioni chiave del conto, come il login o il prelievo di fondi.

Fase 3: Impostare il metodo di pagamento preferito

Poiché vi verrà chiesto di depositare dei fondi, dovrete impostare un metodo di pagamento. Le opzioni disponibili dipendono dal luogo in cui vi trovate, anche se nella maggior parte dei casi si tratta di una carta di debito/credito e di un conto bancario.

Vi verrà inoltre chiesto di inserire l’indirizzo di fatturazione collegato al vostro metodo di pagamento preferito.

coinbase.com/join/viscon_g

Passo 4: Verifica della tua identità

Non solo Coinbase è autorizzata dalla FinCEN e dalla FCA, ma la piattaforma ha un ottimo rapporto con le principali autorità di regolamentazione, come la Securities and Exchange Commission (SEC).

In quanto tale, la piattaforma prende molto sul serio le proprie responsabilità in materia di antiriciclaggio. Ciò significa che dovrete sottoporvi a un processo KYC (Know Your Customer) di base per verificare la vostra identità.

A tal fine, dovrete caricare una copia del vostro documento d’identità rilasciato dal governo. Si tratta di un passaporto, di una patente di guida o di una carta d’identità nazionale.

Coinbase utilizza strumenti di verifica molto avanzati per analizzare il documento d’identità, quindi dovrebbe essere in grado di convalidare il caricamento in meno di un minuto.

Passo 5: Confermare il metodo di pagamento

Per concludere il processo di configurazione del conto, è necessario verificare il metodo di pagamento scelto per confermare di essere il vero proprietario. Se si opta per una carta di debito, Coinbase effettuerà due piccoli addebiti sulla carta. Dovrete accedere alla vostra banca online e confermare le ultime due cifre di questi addebiti.

In alternativa, se si opta per un conto bancario, è necessario effettuare un piccolo bonifico sui dati del conto specificati da Coinbase. Una volta fatto quanto sopra, siete pronti ad acquistare la vostra prima criptovaluta.

Passo 6: Effettuare l’acquisto

Ora che è tutto pronto, cliccate sulla criptovaluta che volete acquistare, inserite l’importo totale in USD (o in valuta locale equivalente) che volete acquistare e pagate la transazione con il vostro metodo di pagamento verificato.

L’acquisto sarà eseguito immediatamente, il che significa che le monete digitali saranno conservate in modo sicuro nel vostro conto Coinbase. Ora avete la possibilità di ritirarle in un portafoglio privato, di inviarle a un’altra borsa di criptovalute o semplicemente di lasciarle nel vostro conto Coinbase per venderle in un secondo momento.

coinbase.com/join/viscon_g

Ora che abbiamo spiegato come funziona il processo di acquisto su Coinbase, nella prossima sezione analizzeremo quali criptovalute è possibile acquistare.

Quali criptovalute supporta Coinbase?

Fino all’anno scorso, Coinbase era conosciuta come una piattaforma di scambio molto selettiva per quanto riguarda le criptovalute che elencava sul suo sito. Da allora, tuttavia, la piattaforma ha ampliato la sua portata diventando un po’ meno conservativa nell’inserimento di nuove monete. È ora possibile acquistare e vendere 17 criptovalute diverse.

Di seguito è riportato l’elenco delle monete supportate.

  • BAT
  • BTC
  • BCH
  • BSV
  • DAI
  • EOS
  • ETH
  • ETC
  • LINK
  • LTC
  • REP
  • USDC
  • XLM
  • XRP
  • XTZ
  • ZEC
  • ZRX

Coinbase Pro supporta una serie di monete aggiuntive che non sono negoziabili sulla piattaforma principale di Coinbase, che abbiamo elencato di seguito. Queste monete possono essere scambiate con una serie di altri asset digitali, come Bitcoin o Ethereum.

  • ALGO
  • CVC
  • DNT
  • GNT
  • LOOM
  • MANA
  • MKR
  • ZIL

Quanto costa fare trading con Coinbase?

Uno dei fattori più importanti da considerare quando si utilizza un broker di criptovalute è rappresentato dalle commissioni che si pagano per acquistare e vendere le monete. Come spiegheremo in dettaglio qui di seguito, Coinbase è spesso considerato uno dei broker di criptovalute più costosi del settore. Non solo nel caso delle commissioni di trading, ma anche alcuni metodi di deposito sono costosi.

Commissioni di trading

Coinbase ha una struttura dei prezzi piuttosto complessa quando si tratta di acquistare e vendere criptovalute, anche perché utilizza una commissione fissa o una commissione percentuale variabile.

In primo luogo, e indipendentemente dal luogo in cui ci si trova, qualsiasi ordine di acquisto o di vendita inferiore a 200 dollari prevede una commissione fissa. Questa parte da 0,99 dollari per ordini inferiori a 10 dollari, fino a un massimo di 2,99 dollari per ordini compresi tra 50 e 200 dollari. Se si superano i 200 dollari, si passa a una commissione percentuale fissa. L’importo da pagare dipende dal metodo di pagamento scelto.

Ad esempio, se disponete già di fondi sul vostro conto Coinbase e questi sono sufficienti a coprire l’importo che desiderate acquistare, pagherete una commissione dell’1,49%. Questa viene successivamente detratta dalla quantità di criptovaluta ricevuta. Ad esempio, se acquistate 1.000 dollari di Bitcoin, la commissione dell’1,49% di 14,90 dollari vi lascerà 985,10 dollari di criptovaluta.

Si tratta di un prezzo molto elevato, soprattutto se si considerano le commissioni applicate da altri importanti exchange di criptovalute. Ad esempio, Binance addebita solo lo 0,1% ogni volta che si desidera acquistare o vendere una moneta, il che è notevolmente più economico. Tuttavia, i depositi e i prelievi in valuta fiat sono molto più limitati su Binance rispetto a Coinbase, quindi bisogna tenerne conto.

In alternativa, se scegliete di effettuare un acquisto istantaneo di criptovaluta utilizzando la vostra carta di debito o di credito, le commissioni sono ancora più elevate. Il costo è pari al 4,99% dell’importo totale della transazione. Ad esempio, un acquisto con carta di debito di 500 dollari costerebbe 24,95 dollari di commissioni. Questo serve a contrastare la minaccia di un potenziale chargeback di debito/credito e a coprire i costi delle commissioni di elaborazione imposte dall’emittente della carta.

Commissioni di deposito e prelievo

In primo luogo, se si desidera utilizzare la carta di debito o di credito, è necessario effettuare un acquisto immediato di criptovaluta. In altre parole, non è possibile utilizzare la carta per lasciare i fondi sul conto in un secondo momento. Tuttavia, è possibile farlo se si opta per un deposito su un conto bancario.

L’importo da pagare varia a seconda del luogo in cui ci si trova. Se avete sede in Europa e quindi utilizzate la rete SEPA, i depositi sono gratuiti e i prelievi costano solo 0,15 euro.

Nel Regno Unito, anche il deposito tramite bonifico bancario è gratuito e il prelievo costa solo 1 sterlina. Negli Stati Uniti, i depositi e i prelievi tramite ACH sono gratuiti, mentre un bonifico più tradizionale costa rispettivamente 10 e 25 dollari per i depositi e i prelievi.

In alternativa, se si proviene da Regno Unito, Eurozona, Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera o Stati Uniti, è possibile effettuare depositi e prelievi con Paypal gratuitamente.

Coinbase Pro

Se si decide di utilizzare la piattaforma Coinbase Pro per lo scambio di valute digitali, viene utilizzato un modello di commissioni di tipo maker-taker.

Nota: un “market maker” è una persona che fornisce liquidità a Coinbase Pro, mentre un “market taker” è un normale trader che utilizza la liquidità già disponibile sulla borsa.

Le commissioni per i market taker partiranno dallo 0,25% per volumi di trading inferiori a 100.000 dollari, fino a un minimo dello 0,05% per volumi di 1 miliardo di dollari o più. Gli operatori pagheranno lo 0,15% per tutti i volumi inferiori a 100.000 dollari, mentre le commissioni saranno abolite per volumi di scambi pari o superiori a 100 milioni di dollari.

Chi può utilizzare Coinbase?

Come è standard nel settore degli scambi di criptovalute, la vostra idoneità sarà determinata esclusivamente dal Paese in cui risiedete. Al momento in cui scriviamo, la piattaforma supporta 103 Paesi, ma non tutti hanno la possibilità di effettuare ordini di acquisto e vendita. Al contrario, la maggior parte dei Paesi è in grado di convertire solo una criptovaluta in un’altra.

Se si vuole avere la possibilità di utilizzare i metodi di pagamento quotidiani, come una carta di debito/credito o un conto bancario, per acquistare e vendere monete, è necessario risiedere in uno dei seguenti Paesi.

  • Andorra
  • Australia
  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Canada
  • Cile
  • Croazia
  • Cipro
  • Repubblica Ceca
  • Danimarca
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Guernsey
  • Ungheria
  • Islanda
  • Irlanda
  • Isola di Man
  • Italia
  • Maglia
  • Lettonia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Malta
  • Messico
  • Monaco
  • Paesi Bassi
  • Norvegia
  • Polonia
  • Portogallo
  • Romania
  • San Marino
  • Singapore
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Regno Unito
  • Stati Uniti

Coinbase è sicuro?

Anche se non siete ancora entrati personalmente nello spazio delle criptovalute, è probabile che abbiate sentito parlare di scambi di terze parti violati. In effetti, sebbene i numeri siano al massimo delle stime, si ritiene che in totale siano stati violati più di 1,3 miliardi di dollari dagli scambi di criptovalute. Considerando che il fenomeno ha poco più di 10 anni, si tratta di una cifra considerevole.

Pertanto, la sicurezza dei vostri fondi dovrebbe essere la vostra principale preoccupazione quando scegliete un exchange di criptovalute per la prima volta. La buona notizia è che probabilmente Coinbase è uno degli exchange di criptovalute più sicuri del settore.

Di seguito abbiamo illustrato le principali caratteristiche di sicurezza che contribuiranno a mantenere i vostri fondi al sicuro.

coinbase.com/join/viscon_g

Conservazione a freddo

Un buon punto di partenza è la decisione della piattaforma di conservare la maggior parte dei fondi degli utenti in cold storage. Per chi non lo sapesse, questo significa che le monete digitali come il Bitcoin sono tenute offline tramite un dispositivo hardware. In quanto tali, sono virtualmente immutabili a un attacco malevolo esterno, anche perché i fondi non sono mai collegati a un server.

Con il 98% dei fondi dei clienti conservati in un deposito a freddo, ciò rappresenta un’importante salvaguardia. Il restante 2% viene successivamente utilizzato per facilitare i servizi principali di Coinbase, come l’acquisto e la vendita di monete e l’esecuzione di prelievi.

Sicurezza del conto

Dal punto di vista dell’utente, Coinbase offre una serie di caratteristiche di sicurezza degne di nota per garantire la riduzione dei rischi di accesso non autorizzato al conto. Innanzitutto, vi sarà richiesto di installare l’autenticazione a due fattori (2FA) tramite il vostro dispositivo mobile. Ciò significa che ogni volta che si effettua il login, è necessario inserire un codice univoco che può essere ottenuto solo dal telefono. In questo senso, a qualcuno serviranno sia la password dell’account che il codice di accesso. e cellulare per compromettere il vostro conto.

Anche il whitelisting dei dispositivi e degli IP agisce come una salvaguardia cruciale. In questo caso vi verrà richiesto di superare un ulteriore passaggio di sicurezza per accedere al vostro conto Coinbase, nel caso in cui vi stiate collegando da un nuovo dispositivo o indirizzo IP.

Deposito di Coinbase

Sebbene mantenere i fondi nel portafoglio Coinbase abbia le sue caratteristiche di sicurezza, i saldi più consistenti dovrebbero essere collocati nel Coinbase Vault. In poche parole, questo vi permette di impostare un periodo di blocco di 48 ore per qualsiasi richiesta di prelievo futura. In qualsiasi momento prima di il periodo di 48 ore, il titolare del conto può annullare il prelievo.

Questo sarebbe molto utile nel caso in cui un malintenzionato fosse in grado di accedere al vostro conto Coinbase e di effettuare un prelievo. Poiché verrete avvisati via e-mail quando la richiesta di prelievo è stata effettuata, avrete il tempo sufficiente per agire.

Assicurazione FDIC

In una mossa relativamente sorprendente per uno scambio di criptovalute, Coinbase offre anche Protezioni FDIC sui suoi portafogli in USD. Ciò significa che se la società dovesse cessare di esistere, il vostro saldo sarebbe protetto fino ai primi 250.000 dollari.

Si noti che questo è solo offerto ai clienti statunitensi che conservano i loro fondi reali nel loro portafoglio Coinbase USD. Qualsiasi cosa al di fuori di questo non sarà coperta dalla FDIC. Per i clienti al di fuori degli Stati Uniti, i fondi reali sono conservati in conti bancari di deposito segregati.

Assistenza clienti di Coinbase

Quando la piattaforma Coinbase è cresciuta a livelli senza precedenti a cavallo del 2018, la società ha preso la decisione di aumentare il team di assistenza clienti del centinaia. I clienti hanno quindi a disposizione una pletora di opzioni per parlare con un membro del servizio clienti.

Se si proviene dal Regno Unito, è necessario comporre il numero 0808 168 4635.

Per tutti gli altri paesi, compresi gli Stati Uniti, è necessario comporre il numero +1 888 908-7930.

È anche possibile inviare un’e-mail a Coinbase, anche se questo deve essere fatto tramite un modulo di contatto online.

coinbase.com/join/viscon_g

Finché la vostra preoccupazione non è legata a una potenziale compromissione del conto, la stragrande maggioranza delle domande e dei dubbi può essere risolta attraverso il centro di assistenza della piattaforma. Questo include anche un AI-bot che può rapidamente indicarvi dove cercare assistenza.

Recensione di Coinbase: Il verdetto?

In sintesi, è chiaro il motivo per cui Coinbase ha attirato una base di clienti significativa che ora supera i 30 milioni. Il punto di forza è che la piattaforma consente di entrare per la prima volta nel mercato delle criptovalute in modo ultra-semplice.

Attraverso un processo di registrazione e verifica dell’account rapido e semplice, è possibile acquistare e vendere monete popolari come Bitcoin ed Ethereum con un semplice clic. Inoltre, il fatto che siano supportati i metodi di pagamento più diffusi, come la carta di debito/credito, il bonifico bancario e persino PayPal, rende il processo di acquisto ancora più semplice per i principianti.

Tuttavia, va notato che in termini di commissioni di negoziazione, Coinbase è un po’ più costoso di altri operatori nell’arena degli scambi di criptovalute. Con una commissione media dell’1,49% per tutti gli ordini superiori a 200 dollari, questa può rapidamente intaccare i vostri profitti. Inoltre, se si utilizza una carta di debito o di credito, questi costi vengono ulteriormente amplificati fino a raggiungere l’impressionante cifra del 4,99% per ogni ordine di acquisto.

In definitiva, se da un lato esistono opzioni più economiche sul mercato, dall’altro bisogna ricordare che Coinbase ha un eccellente track-record quando si tratta di mantenere i fondi degli utenti al sicuro. Non solo la piattaforma offre una serie di rigorose garanzie di sicurezza, ma ha anche un ottimo rapporto con le principali autorità di regolamentazione statunitensi, come la SEC e la FinCEN.

In definitiva, raccomandiamo Coinbase come un eccellente punto di partenza per chiunque voglia iniziare ad acquistare criptovalute: è facilissimo da usare, molto sicuro e supportato dalla migliore reputazione del settore.

Visita Coinbase

Coinbase

coinbase.com/join/viscon_g

Pro

  • Ottima reputazione
  • Molto facile da usare
  • Campo ben regolato; assicurato
  • Acquisto con Banca / Carta di debito / Carta di credito
  • Eccellente applicazione mobile

Contro

  • Commissioni più costose rispetto ad altre borse
  • Gamma ridotta di valute da acquistare
Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.