NFT – Il fondatore di Linkedin lancia la collezione Untranslatable Words – Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
4.7/5 - (15 votes)

L’imprenditore miliardario Reid Hoffman, noto per aver co-fondato il social network professionale Linkedin, sta entrando nel settore dei token non fungibili (NFT). Ha appena annunciato il completamento della propria collezione. Sarà poi messo all’asta sul famoso e grande mercato di Solana, Magic Eden.

Il progetto si chiama Parole intraducibili. Reid Hoffman spiega di averla scelta perché dice di essere affascinato dalle parole intraducibili. Vale a dire, “parole che esistono in un’altra lingua e non hanno un equivalente nella nostra lingua”. Una notizia condivisa ieri in un filo conduttore di twitter pubblicato sull’account ufficiale di quest’ultimo.

La collezione “Parole intraducibili” di NFT

Una raccolta di NFT sviluppata utilizzando il software di intelligenza artificiale DALL-E 2. Un generatore di immagini con intelligenza artificiale recentemente aperto in beta pubblica da OpenAI. Fino a una settimana fa non era possibile commercializzare le immagini generate da DALL-E 2 in quanto il progetto non era ancora completo (il anteprima). Nel complesso, il software consente di trasformare le immagini convenzionali in NFT.

“L’espressione visiva non può esistere senza tecnologia. I grandi artisti sono sempre stati grandi innovatori. Se artisti rivoluzionari come Da Vinci, Pablo Picasso, Georgia O’Keefe e Frida Kahlo fossero vivi oggi, sono certo che sperimenterebbero DALL-E.

Reid Hoffman, cofondatore di Linkedin

In totale, 11 monete tokenizzate saranno messe all’asta sulla piattaforma Magic Eden. Inoltre, la prima NFT della collezione, che potete vedere qui di seguito, è disponibile all’indirizzo da questa mattina sul mercato della rete Solana. Si chiama “Mångata”, un termine svedese che indica “il riflesso della luna sull’acqua, simile a una strada”.

“Mångata”, pezzo 1/11 della collezione NFT, di Reid Hoffman

Attualmente, l’offerta più alta è di 12 SOL, che corrisponde a circa 517 dollari.

Perché Reid Hoffman sta lanciando una collezione NFT?

Nel suo thread, il co-fondatore di Linkedin spiega le sue motivazioni. Egli sottolinea che con questa tecnologia, ogni utente senza alcuna esperienza artistica ha la possibilità di generare centinaia di immagini “sapientemente renderizzate”. E questo in tempi spesso record. È vero che i metodi tradizionali avrebbero richiesto ore di lavoro. Inoltre, sottolinea la scarsità insita in qualsiasi NFT, in quanto permette rendere un bene digitale unico e raro.

Reid Hoffman Co-fondatore di Linkedin NFT
Reid Hoffman, cofondatore di Linkedin

Tuttavia, questo non spiega perché Reid Hoffman stia tentando questi esperimenti. In realtà, la sua collezione NFT non intende essere la più iconica dell’anno. Perché se i suoi team l’hanno sviluppata, è stato inizialmente quello di comprendere meglio le NFT e le “possibilità che offrono”. Si tratta quindi di un esperimento su piccola scala, “ma concreto”. Si deduce che se questo esperimento avrà successo, seguiranno altri progetti.

Reid Hoffman ha previsto una distribuzione dei fondi raccolti dall’asta. Infatti, una parte del ricavato sarà devoluta a cause benefiche relativi alla raccolta. E il saldo andrà nelle mani dei collaboratori del team. Inoltre, ogni NFT invenduto sarà “bruciato o distrutto in modo permanente”.
Protected by Copyscape

6 pensieri su “NFT – Il fondatore di Linkedin lancia la collezione Untranslatable Words – Notiziecriptovalute

  1. Nft dice:

    Nice post. I was checking constantly this blog and I am inspired!
    Extremely helpful information specifically the last phase 🙂 I
    take care of such info a lot. I used to be seeking this particular information for a
    very long time. Thank you and best of luck.

  2. Nft dice:

    Hi there! Do you use Twitter? I’d like to follow you if that would
    be okay. I’m absolutely enjoying your blog and look forward to new
    posts.

  3. Nft dice:

    Valuable information. Lucky me I discovered your site by accident, and
    I am stunned why this coincidence did not took place in advance!
    I bookmarked it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *