NFT – Ha erroneamente distrutto il suo CryptoPunk del valore di 77 ETH

NFT - Ha erroneamente distrutto il suo CryptoPunk del valore di 77 ETH
⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
Donnez une note

Nonostante le numerose ricerche in questo campo, le transazioni effettuate sulla blockchain non sono reversibili. C’è un rischio significativo che il contratto di destinazione abbia l’indirizzo sbagliato. E come conseguenza diretta, la distruzione totale delle criptovalute in questione perse per sempre nel vuoto digitale.

Una realtà che si applica anche ai token NFT, che sono solo una versione non fungibile delle classiche criptovalute. Ma per le quali il valore unitario può rapidamente implicare importi significativi nel caso di collezioni iconiche come i CryptoPunk. Un’esperienza dolorosa raccontata da un certo Brandon Riley, il cui tentativo di prestito è finito in la distruzione della sua copia #685, stimata 135.000 dollari. !

Gettoni NFT

Meta – Rilascio di NFT su Instagram e Facebook

NotizieCriptovalute.it – 14 Mar 2023 – 10:30

L’evoluzione del settore delle criptovalute può essere difficile da seguire. In […]

Leggi tutto

CryptoPunk – Una scottatura da 135.000 dollari

Il caso è stato rivelato su Twitter nella tarda serata di ieri. La copia #685 della famosa collezione CryptoPunks non c’è più. Il motivo è una procedura di masterizzazione avviata per errore dal suo proprietario, identificato come Brandon Riley. Un appassionato di NFT popolari – e soprattutto costosi – che aveva appena completato la sua collezione con questo esemplare e il Bored Ape Yacht Club #586 (49,69 ETH) dieci giorni fa. Il suo obiettivo (ovviamente mancato): possedere questi due NFT “per un decennio”.

Una disavventura presentata come diretta conseguenza di una procedura di prestito per la quale questa copia di CryptoPunks doveva essere la garanzia. Questo sotto forma di un avvolgimento si suppone che “impacchettare” questo NFT per consentire il flusso di denaro in cambio. Ma evidentemente nulla è andato secondo i piani.

Ho fatto la prima parte con il mio indirizzo, sono al punto 2. Ma poi quando sono arrivato al punto 5, l’indirizzo di masterizzazione era quello elencato sotto “9.proxyInfo” e mi è stato detto di seguire esattamente le istruzioni, così ho fatto. Non avrei dovuto provare a farlo da solo, suppongo.. “

Brandon Riley

Un errore attribuito da molti commentatori di questa disavventura a alla complessità della procedura. E il fatto che l’indirizzo di masterizzazione utilizzato da Brandon Riley sarebbe in realtà quello proposto di default. E per completare la sua operazione (con successo), avrebbe dovuto creare un indirizzo proxy dedicato e non utilizzare questo… Ma è già troppo tardi!

Volete investire nel settore delle criptovalute e diventare un trader redditizio ? Formazione MasterClass CryptoTrader™ è qui per farvi iniziare questa avventura con tutte le nozioni di base di cui avete bisogno. Registratevi ora e ottenete 20% di sconto utilizzando il codice promozionale MCCT20. L’offerta è valida solo per un periodo di tempo limitato, fino al 31 marzo 2023.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.