MicroStrategy vende più azioni per acquistare più Bitcoin – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 4 minuti
4.8/5 - (10 votes)

MicroStrategy mantiene la rotta. Nonostante quello che alcuni considerano un ambiente pericoloso per la salute finanziaria dell’azienda di monitoraggio del software, la società quotata in borsa ha depositato un documento presso la Securities and Exchange Commission (SEC) che indica un accordo per la vendita di una quantità significativa di azioni per finanziare potenzialmente l’acquisto di ulteriori bitcoin.

La società quotata in borsa vuole rafforzare ulteriormente la sua strategia di accumulo di bitcoin

L’azienda da 129.698 BTC vuole sempre di più. Mantenendo il suo impegno ad accumulare bitcoin indipendentemente dalle condizioni di mercato e dalle conseguenze dannose a breve termine sul suo bilancio, MicroStrategy ha in programma di vendere fino a 500 milioni di dollari in azioni di classe A per acquistare più del suo asset preferito. Per farlo, come si legge nel prospetto depositato venerdì presso la SEC, l’azienda afferma di aver raggiunto un accordo con le banche d’investimento Cowen & co e BTIG.

Intendiamo utilizzare i proventi netti di questa offerta per scopi aziendali generali, compresa l’acquisizione di bitcoin, se non diversamente indicato (…). Non abbiamo determinato l’importo dei proventi netti da utilizzare specificamente per uno scopo particolare.

Prospetto informativo di MicroStrategy depositato presso la SEC

Questo intento di acquisto è particolarmente degno di nota in quanto rivela che il fondatore Michael Saylor, che si è recentemente dimesso dalla carica di CEO per diventare presidente esecutivo, non rinuncia a credere in un bitcoin “salva contanti” di fronte a un “dollaro che si sta sciogliendo”. Dall’agosto 2020, infatti, sta rapidamente trasformando la sua azienda in una sorta di ETF di Bitcoin, prima autofinanziandosi con i ricavi e gli utili dell’azienda e poi, molto rapidamente, attraverso prestiti e l’emissione e la vendita di azioni e obbligazioni.

Una svalutazione difficile da sostenere?

Sebbene il nuovo amministratore delegato Phong Le abbia confermato, al momento del suo insediamento, che l’azienda ha ancora intenzione di detenere bitcoin a lungo termine, gli azionisti potrebbero essere afflitti da un titolo che si deprezza con i capricci del mercato delle criptovalute. Ad esempio, mentre il costo complessivo degli acquisti di BTC da parte di MicroStrategy è stato di quasi 4 miliardi di dollari (3,975 dollari per la precisione), il valore è ora di soli 2,7 miliardi di dollari con il bitcoin che si aggira intorno ai 20.000 dollari, dopo aver raggiunto un picco di 69.000 dollari nel 2021. Di fronte a quella che potrebbe sembrare una politica della terra bruciata, il documento tempera l’approccio dell’azienda a tutti i bitcoin.

Non abbiamo fissato un obiettivo specifico per la quantità di bitcoin che intendiamo detenere e continueremo a monitorare le condizioni di mercato per determinare se impegnarci in ulteriori finanziamenti per acquistare altri bitcoin.

Il prospetto informativo di MicroStrategy depositato presso la SEC

L’azienda afferma anche che potrebbe venderne alcuni, se necessario, per generare liquidità per “la gestione della liquidità e altri scopi aziendali generali”.

Il prezzo delle azioni MSTR è balzato del 10% alla fine della settimana e ha guadagnato il 12%, ma dopo l’annuncio di un possibile nuovo acquisto ha ricominciato a scendere fino a circa 250 dollari, ben lontano dagli 811 dollari dell’8 novembre 2021.

Senza arrivare all’estremo di Michael Saylor, è possibile accumulare satoshis (la divisione più piccola del bitcoin) al proprio ritmo per assicurarsi un futuro meno incerto di fronte alla svalutazione delle valute, quindi non aspettate oltre e iscrivetevi alla piattaforma FTX, beneficiando di uno sconto a vita sulle vostre commissioni di trading (link commerciale).

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.