Terra Classic (LUNC) – Come spiegare il suo aumento del 440%? – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 4 minuti
5/5 - (16 votes)

Il mercato delle criptovalute non funziona sempre come previsto in origine. E qualche sorpresa potrebbe arrivare – almeno per un po’ – a sconvolgere le certezze accettate a livello comunitario. Tuttavia, una situazione del genere non deve far ignorare con arroganza gli avvertimenti lanciati. Un fatto che è attualmente dimostrato dalla criptovaluta LUNC, piantata come una pietra tombale sul cadavere ancora caldo della versione moribonda dell’ecosistema Terra Classic. Quest’ultimo sta infatti esplodendo, contro ogni aspettativa, di oltre il 440% negli ultimi 30 giorni. Ma perché?

È impossibile non notare le numerose pubblicazioni di investitori entusiasti dell’improbabile ascesa della criptovaluta LUNC. Quest’ultimo ha registrato un rendimento di oltre il 290% solo nelle ultime due settimane. Con quel piccolo carburante esplosivo rappresentato dal suo prezzo, con gli zeri allineati dietro la virgola come la promessa di un decollo verso 1 dollaro. E data l’attuale isteria, è meglio chiarire che questo non è assolutamente un obiettivo o un consiglio di investimento finanziario…

Terra Classic – LUNC

Perché questo caso fa parte della tendenza dei memecoin. Si tratta cioè di un investimento molto rischioso, basato più sulla speculazione che sui fondamentali. Un po’ come Dogecoin (DOGE), il cui guinzaglio appartiene chiaramente a Elon Musk. E con questo obiettivo di ottenere rapidi profitti ignorando gli avvertimenti lanciati di fronte a quella che sembra una bolla speculativa la cui instabilità rimane evidente. Il che non significa che il gioco non valga la candela. Ma tenendo conto che i rischi sono molto elevati e che il treno è probabilmente già passato.

 

La criptovaluta LUNC sta esplodendo e sui social network si moltiplicano le pubblicazioni che mostrano guadagni ancora teorici. Perché il suo prezzo è semplicemente aumentato di oltre 5 volte in poche settimane. È passato da 0,00009 dollari alla fine di agosto a più di 0,0005 dollari al momento in cui scriviamo. Una mossa che va chiaramente controcorrente rispetto all’attuale mercato orso. E le cui ragioni meritano di essere analizzate, per capirne l’origine.

La prima causa è senza dubbio la recente introduzione di un’offerta di staking per i possessori di criptovaluta LUNC. Quest’ultimo è stato lanciato ufficialmente sulla rete Terra Classic il 27 agosto, con un rendimento annualizzato del 37,8%, che lo rende uno dei più grandi dell’ecosistema al momento. Per questo motivo, quasi il 9% della sua quantità disponibile (6900 miliardi di unità) è già fuori circolazione, ovvero 610 miliardi di LUNC. E, di conseguenza, una scarsità accompagnata da una mania che potrebbe spiegare il punto di partenza dell’attuale ascesa.

 

 

Ma non è tutto. Perché la logica alla base di questo aumento della criptovaluta LUNC non è chiaramente legata a uno sviluppo dell’ecosistema Terra Classic. Ma piuttosto una combinazione di diversi processi cumulativi progettati per far scendere la sua offerta semplicemente surreale… simile a una moneta di merda. Il secondo di questi non è altro che l’unità di combustione proposta da un membro della comunità (Edward Kim). Si tratta di una tassa dell’1,2% su tutte le transazioni on-chain di criptovalute LUNC a partire dall’inizio di settembre. Con un indirizzo morto come destinazione, che firmerebbe la sua scomparsa definitiva dalla circolazione.

 

“Terra Classic (LUNC) si è impennata di oltre 37.000% rispetto al minimo storico raggiunto dopo il crollo di Terra. Questo fa seguito alla proposta di implementare una tassa sul consumo di token dell’1,2% su tutte le transazioni, che consentirà alla criptovaluta LUNC di diventare deflazionistica”.

Hailey LUNC

Possiamo davvero parlare di “criptovalute deflazionistiche” quando la quantità disponibile si conta in trilioni di unità? Anche se, secondo i dati del sito LUNC Burner, questo rappresenta attualmente la distruzione di oltre 3,7 miliardi di LUNC… ma solo lo 0,05% della sua offerta! Un’occasione da non perdere per gli investitori nel progetto Terra Classic, o forse più precisamente nella criptovaluta LUNC. E, per il momento, i rendimenti pubblicati sembrano dar loro ragione. Ma per quanto tempo?

Perché il rialzo vertiginoso delle ultime settimane sta indubbiamente preparando una correzione inevitabile e impossibile da anticipare. E sarà sicuramente all’altezza di questa impennata, che ha tutte le caratteristiche dell’artificiosità. Gli investitori sono più interessati a vendere al momento giusto per raccogliere i profitti che a rilanciare la rete Terra Classic, che in questo caso non sembra interessare a nessuno. Ecco perché è meglio rimanere fuori dall’eccitazione, o affrontare le conseguenze e le potenziali perdite se si partecipa all’azione. Sentiamo…

Siete interessati a investire nel settore delle criptovalute? La piattaforma FTXvi offre l’opportunità di tuffarvi in questa economia digitale in tutta sicurezza. Iscriviti ora per ricevere uno sconto a vita sulle tue commissioni di trading (trade link).

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.