Le Bermuda puntano a diventare un importante hub per le criptovalute – NotizieCriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
4.7/5 - (10 votes)

L’arcipelago britannico delle Bermuda conferma le proprie ambizioni in materia di criptovalute. Nonostante un mercato grigio, il territorio, che sta lavorando per stabilire i principi di una buona governance fiscale, vuole diventare una mozzo Un attore chiave nel campo del commercio internazionale, basato sulla sua esperienza nel settore del commercio internazionale.

Le Bermuda scommettono sulle criptovalute

Le Bermuda affermano il loro desiderio di diventare un polo di attrazione per l’industria delle criptovalute. Sviluppando attivamente una politica a favore dell’industria dal 2017, il governo sembra voler fare un salto di qualità.. Infatti, attraverso la voce del suo Ministro dell’Economia e del Lavoro, il territorio insulare sta facendo sentire le sue ragioni.

Le Bermuda sono ben posizionate per diventare un domicilio di primo piano per le società che operano nel settore degli asset digitali, dopo l’emanazione del Digital Asset Business Act (DABA). Un’adeguata regolamentazione rende le Bermuda un luogo più attraente per fare affari.

Jason Hayward, Ministro dell’Economia e del Lavoro delle Bermuda, su Twitter

In un intervista a Wall Street Journal (WSJ), Hayward sottolinea l’esperienza dei regolatori locali nel commercio internazionale e il progresso normativo che istituisce un quadro sicuro per le criptovalute.

Bermuda guadagna rispettabilità

Le Bermuda, note da tempo per le loro pratiche di evasione fiscale, si sono riscattate. E non è solo un’impressione, Il Gruppo di Azione Finanziaria Internazionale (GAFI), custode delle buone pratiche in questo settore, riconosce gli sforzi compiuti dal sulfureo ex arcipelago. Certamente, in linea con le sue attente raccomandazioni, ritiene che ci siano ancora dei progressi da fare. Tuttavia, evidenzia l’effettiva buona volontà dell’arcipelago caraibico, dal 2020, nella lotta contro il riciclaggio di denaro.

Hanno regole, regolamenti e leggi eccellenti, ma alla fine tutto dipende dall’attuazione.

David Schwartz, capo del GAFI, in WSJ

Finora, l’Autorità monetaria delle Bermuda (BMA) ha concesso una un totale di 14 licenze a società di criptovaluta.. Cerchio l’emittente della stablecoin USDC, l’exchange Bittrex e il prestatore BloccoFi sono tra le aziende registrate. La BMA ha un orientamento selettivo e conta alcuni grandi nomi del settore.

Le persone che vogliamo alle Bermuda devono essere idonee e corrette, perché stiamo essenzialmente cercando di preservare la qualità della giurisdizione.

Crag Swan, Direttore Generale della BMA, in WSJ

Pertanto, per valutare la serietà dei candidati, la procedura si svolge in tre fasi. Prima una licenza di prova, poi una cosiddetta licenza “modificata” e infine una licenza completa. Questo processo è accompagnato da una formazione online, in modo che le società di blockchain possano comprendere le aspettative della normativa delle Bermuda.

Un contesto cupo che non impedisce l’ottimismo

Nonostante un contesto difficile in cui il mercato delle criptovalute fatica a riprendersi tra condizioni macroeconomiche sfavorevoli e il crollo dell’ecosistema Terra, l’arcipelago rimane ottimista sulla sua capacità di posizionarsi nel settore.

Siamo consapevoli della recente svalutazione dei prezzi delle criptovalute, ma restiamo fiduciosi che non minacci la capacità dell’isola di diventare un hub delle criptovalute. Questa flessione dell’industria è in grado di far progredire il nostro obiettivo e di avere un impatto positivo sulla nostra crescita a lungo termine e sul nostro ruolo nel settore.

Jason Hayward, Ministro dell’Economia e del Lavoro delle Bermuda, in occasione dell’incontro con il Ministro dell’Economia e del Lavoro delle Bermuda. WSJ

È ormai risaputo che è nei momenti di penuria che le cose si costruiscono meglio nel campo delle criptovalute. Certo, i progressi del protocollo tecnologico sono i primi a venire in mente, con le fasi di mercato ribassiste che permettono di riequilibrare i fondamentali. Ma in ambito normativo, le pause permettono anche di installare più serenamente i quadri di riferimento. ad hoc per assicurare e sostenere un’attività altamente infiammabile.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.