Le banche portoghesi chiuderanno i conti delle piattaforme di criptovalute – Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.6/5 - (9 votes)

Cambio di rotta per l’Eldorado europeo delle criptovalute. Diverse banche portoghesi, tra cui importanti operatori come il Banco Santander, hanno invertito la loro posizione chiudendo arbitrariamente i conti di diverse piattaforme di scambio regolarmente registrate.

Le banche portoghesi diventano ostili alle criptovalute

Portogallo, un paradiso per le criptovalute? Questa valutazione dovrebbe essere rivista alla luce degli ultimi eventi che hanno scosso l’ecosistema portoghese. Anzi, preso da un cambiamento d’umore alquanto improbabile, diverse banche del paese, tra cui i pesi massimi Banco Comercial Portuguès e Banco Santander che proprio la settimana scorsa ha annunciato di stare preparando un’offerta di criptovalute per i suoi clienti brasiliani, hanno iniziato, a partire dal 2021, a chiudere i conti delle piattaforme di scambio locali..

Un’iniziativa a dir poco sorprendente, visto che almeno tre delle borse di studio coinvolte – Cripto Loja, Mind the Coin e Luso Digital Assets – hanno ottenuto l’approvazione regolamentare per operare nel paese.. Ma nonostante la posizione favorevole dell’autorità di regolamentazione, in questo caso in Portogallo la Banca Centrale, le banche indipendenti dal punto di vista commerciale sono libere di consentire a queste società di tenere i conti così come di chiuderli a piacimento.

La decisione di aprire o continuare a offrire servizi di conto corrente dipende in questo caso dalle politiche di gestione del rischio che ogni istituto bancario mette in atto.

Mário Centeno Il governatore della Banca centrale del Portogallo, nei media Espresso

In realtà, sembrerebbe che la loro decisione sia motivata dal fatto che, dal loro punto di vista e in base ai pregiudizi prevalenti, la scambi la criptovaluta faciliterebbe attività criminali come il riciclaggio di denaro.

Che abbiano identificato o meno le transazioni fraudolente, è certo che l’inasprimento del quadro normativo europeo ha molto a che fare con questo fenomeno e le banche stanno anticipando l’adozione del MiCA che fornirà un quadro rigoroso per il settore nella Comunità, in particolare per quanto riguarda le norme antiriciclaggio e la lotta contro il finanziamento del terrorismo. Regole discusse, discutibili e persino controproducenti che non risolveranno necessariamente i tortuosi legami tra banche e cripto-operatori, sperimentati anche in altri Paesi come la Francia. Piuttosto, come ha dichiarato l’avvocato João G. Gil Figueira Coindesk Non è chiaro se queste istituzioni siano troppo timide e preferiscano collaborare con aziende con una reputazione meno solida.

Sembra che le banche non si fidino del giudizio del proprio regolatore in merito al rilascio di tali licenze operative. Si tratta quindi di un mix di banche lente e impreparate, che temono il riciclaggio di denaro e preferiscono altri frutti a basso impatto in altri settori.

Cambio di marcia in Portogallo

Nel frattempo, le società di criptovalute sono in difficoltà.

In assenza di una spiegazione ufficiale, alcune banche ci dicono semplicemente che non vogliono lavorare con le società di criptovaluta. Al momento è quasi impossibile avviare un’attività di criptovaluta in Portogallo.

Pedro Guimaraes, fondatore di Mind the Coin, in Jornal de Negocios

E non hanno altra scelta che cercare ospitalità sotto cieli più caldi.

Per continuare a operare dobbiamo fare affidamento sull’utilizzo di conti al di fuori del Portogallo.

Pedro Borges, CEO di CriptoLoja, in Jornal de Negocios

In effetti, il Portogallo, che negli ultimi anni ha accolto un certo numero di operatori di criptovalute grazie soprattutto a un posizionamento piuttosto favorevole sostenuto da un sistema fiscale vantaggioso, sembra voler modificare la propria politica. Senza dubbio ansioso di non emarginarsi in un momento in cui la Comunità Europea sta alzando i toni e stringendo le viti, il Paese sarebbe in procinto di rivedere la tassazione delle persone fisiche e potrebbe introdurre altre modifiche per rafforzare la sorveglianza del suo ecosistema.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *