La Posta Svizzera lancia una collezione di francobolli digitali

⌛ Tempo di lettura : 4 minuti
4.6/5 - (7 votes)

La febbre della raccolta dei gettoni NFT sembra diffondersi in aree che non si sarebbero potute sospettare. In particolare per il loro principio di creazione casuale che permette di ottenere – o meno – una copia con tratti più rari delle altre. Ma anche la possibilità di scambiarli e rivenderli su mercati dedicati. Una formula che finisce per fare la fortuna dei loro iniziatori. Ma anche ai collezionisti che scommettono sul progetto giusto, in mezzo a questo oceano di offerte con una qualità casuale come i loro attributi. Questo ovviamente non è sfuggito all’attenzione della Posta Svizzera, che ha annunciato il prossimo lancio di una collezione di “cripto francobolli”.

La bolla speculativa su cui sta cavalcando il mercato dei token NFT sembra determinata a resistere alle molte affermazioni sulla sua imminente esplosione. Una realtà che trae la sua forza da uno spostamento regolare e puntuale su tutte le reti disponibili. E i cui improbabili ritorni stanno attualmente infiammando l’ecosistema di Solana con progetti come il Solana Monkey Business. Una serie di scimmie pixelate che, al momento di scrivere, hanno un prezzo stracciato di 298 SOL (circa 49.500 dollari). Mentre la loro creazione costava solo 2 SOL (circa 70 dollari) quando sono stati lanciati all’inizio di agosto.

Un vero e proprio hype anche all’origine di un avvicinamento molto tempestivo con i social network come TikTok, Twitter o Facebook. Questi ultimi sono costantemente alla ricerca di nuove opzioni popolari da integrare nei loro rispettivi universi. E una ricaduta fuori dalla zona crypto che finisce per prendere la forma di un’adozione tanto inaspettata quanto accelerata. L’ultima conferma di ciò è il recente annuncio della Posta Svizzera. Si tratta del lancio di una collezione di “francobolli cripto” con rarità casuali…

Una collezione di francobolli criptati fatti in Svizzera

Non c’è dubbio che il mondo delle collezioni tradizionali finirà per scontrarsi con quello dei gettoni NFT. Un po’ come le banche che iniziano a penetrare nel mercato DeFi il più timidamente possibile. Il tutto si basa sulla febbre che attualmente attanaglia tutti questi oggetti digitali di nuovo tipo. Ma è senza aver mai pronunciato questo termine che la Posta ha annunciato il lancio di una collezione chiamata Timbro svizzero di criptovaluta. Mentre in realtà, la versione classica di ciascuno di essi dà diritto a un “token digitale memorizzato su una blockchain”.

I francobolli digitali crypto sono disponibili in 13 disegni diversi. Alcuni sono più comuni, mentre altri sono molto più rari e quindi più ambiti. Per fare un confronto: ci sono 65.000 copie del disegno più comune e solo 50 del più raro! Quindi una cosa è chiara: lo Swiss Crypto Stamp significa che la raccolta, lo scambio e il commercio di francobolli è diventato digitale. ” – La Posta Svizzera

Un’operazione che si ispira senza dubbio alla tecnica applicata al lancio delle collezioni NFTS. La data ufficiale è il 25 novembre. Questo con l’implementazione di una procedura di creazione cieca. L’unico requisito per partecipare a questa lotteria è l’acquisto effettivo di uno di questi 175.000 francobolli classici. L’unico requisito per entrare nella lotteria è l’acquisto effettivo di uno di questi 175.000 francobolli classici per un prezzo unitario di 8,90 CHF (circa 8,25 €). Questi possono essere usati per spedire la posta “come qualsiasi altro francobollo”. Ma con la piccola differenza di avere il diritto di ottenere uno di questi Criptobolli.

Timbri NFT supportati dalla rete Polygon

E siccome il successo attira il successo, è la rete Polygon (MATIC) che è stata scelta per permettere la diffusione di questa offerta NFT. L’annuncio è stato ufficializzato sull’account Twitter di questo livello 2 eccezionalmente sviluppato. E una prima per la Posta in un campo che sembra aprirsi a questo tipo di opportunità da tutte le parti. Perché le poste austriache sono già impegnate in questo lucrativo business dal 2019 sulla rete Ethereum. Con diversi lanci successivi che hanno visto alcuni dei suoi francobolli digitali raggiungere importi di oltre 6 ETH (circa 20.000 dollari).

Il servizio postale nazionale svizzero sta colmando il divario tra i francobolli fisici e l’industria delle criptovalute digitali. Lo sta facendo introducendo francobolli digitali che possono essere scambiati come NFT sulla rete Polygon PoS. ” Poligono

Sembra che le versioni NFTs di questi francobolli saranno scambiabili sulla piattaforma Opensea. Proprio come le loro prime controparti austriache. Ma prima, sarà necessario acquistare il loro disegno originale dal sito ufficiale della Posta. Per ottenerli al prezzo più basso possibile. E per scoprire quale rarità casuale offrirà il token digitale associato. O come rendere semplici francobolli la prossima collezione di NFT da guardare… o no.


Questo articolo riguarda gli eventi attuali nelle criptovalute. Non è inteso come un consiglio di investimento finanziario. Qualsiasi posizione presa dovrebbe essere accompagnata da una ricerca personale e richiede l’incrocio di diverse fonti prima di buttarsi. DYOR!

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.