Polygon (MATIC) supera Ethereum in indirizzi attivi

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
Donnez une note

Il mercato delle criptovalute può essere spesso paragonato a un semplice sistema di trasferimento del carico. Con gli investitori che entrano ed escono dal mercato in base all’opportunità di rendimento. E i fornitori di liquidità (LP) che sono il nuovo obiettivo dei vari ecosistemi legati alla DeFi. Una realtà che è anche accompagnata da una quota significativa di utenti che fuggono dalla rete Ethereum e dalle sue tariffe ancora troppo alte. Questo nonostante l’attuazione del suo EIP1559, che è decisamente inefficiente in questo settore. Un’opportunità per le soluzioni di livello 2 come Polygon il cui successo continua ad esplodere.

Non passa una settimana senza che il mercato del livello 2 sviluppato da Ethereum abbia registrato nuovi successi. Questo con volumi di transazioni e valori totali bloccati (TVL) che non sono secondi a nessuno. E questo rende queste reti di livello 2 opzioni molto popolari per gli utenti DeFi, ma non solo. Perché permettono loro di sfuggire agli alti costi e alla lentezza della blockchain che tuttavia continuano ad utilizzare. Ma anche perché i protocolli non subiscano un esodo di massa dei loro clienti verso orizzonti più accoglienti.

Un successo che vale anche al di fuori della scena crittografica. E questo ha recentemente reso la rete Polygon (MATIC) la migliore opzione per la società EY (Ernst & Young). Questo per ottimizzare le transazioni dei suoi clienti su una rete che rimane legata a Ethereum. Una scelta che molti utenti sembrano fare da diversi mesi. E questo pone questa soluzione alternativa come una delle più utilizzate nel campo. Questo con un TVL attuale di 4,2 miliardi di dollari che è molto più avanti degli altri strati 2. Basta guardare Arbitrum (900 milioni di dollari) o la sua controparte Optimism (130 milioni di dollari).

Polygon supera la rete Ethereum

Un’adozione della rete Polygon che è accompagnata da un aumento significativo della sua criptovaluta MATIC. Quest’ultimo ha portato un aumento del 5650% negli ultimi 12 mesi (YTD). E un prezzo che attualmente flirta con 1,10 dollari, mentre è salito a oltre 2,60 dollari durante il suo ATH lo scorso maggio. Ma questo non è l’unico successo di questo progetto di livello 2. Per i dati recenti indica che potrebbe aver appena superato il suo supporto e mentore, la rete Ethereum. Almeno questo è quello che il suo co-fondatore Mihailo Bjelic ha rivelato ieri su Twitter.

Un’altra pietra miliare per Polygon! Abbiamo eclissato Ethereum L1 nel campo degli indirizzi attivi giornalieri per la prima volta! Questo è solo l’inizio. Stiamo lavorando instancabilmente per migliorare la nostra tecnologia, rafforzare il nostro ecosistema e aumentare l’adozione. Portiamo il mondo su Ethereum! ” – Mihailo Bjelic

Un capovolgimento all’inizio della settimana che conferma senza dubbio la tendenza attuale. Perché è un aumento di più del 300% degli indirizzi unici attivi (DAU) registrati sulla rete Polygon che gli ha appena permesso di raggiungere questa impresa. Un movimento che è stato molto chiaramente sostenuto negli ultimi 3 mesi. E che recentemente ha registrato un ATH di 351.000 indirizzi, secondo i dati di Mihailo Bjelic. Un nuovo record stabilito il 27 settembre. Come risultato, la rete Polygon ha superato brevemente il suo maestro Ethereum nel campo.

Un superamento che non è affatto insignificante. Soprattutto considerando che nello stesso periodo, il numero di indirizzi unici attivi sulla rete Ethereum è sceso di oltre il 10%. Questo è molto probabilmente dovuto in gran parte allo spostamento significativo dei suoi utenti verso soluzioni più economiche. Una mossa che permette a Polygon di pubblicare 6 milioni di transazioni giornaliere al momento. Mentre la rete Ethereum L1 ha solo 1,35 milioni nello stesso momento.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.