Nonostante il calo delle criptovalute, gli sviluppatori continuano a contribuire alle comunità Web3 – Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
4.8/5 - (9 votes)

 

Gli sviluppatori di blockchain hanno mantenuto i loro contributi alle comunità Web3 nonostante l’ultima flessione del mercato, con Ethereum (ETH) in testa come comunità più forte e più grande, secondo un recente rapporto da società di investimento VC Telstra Ventures.

Secondo il rapporto, la partecipazione degli sviluppatori di blockchain alle comunità Web3 è rimasta sostanzialmente inalterata durante il recente crollo del mercato.

“La partecipazione degli sviluppatori blockchain alle comunità Web3 rimane solida, come misurato dai tassi di crescita annuale composti del numero di contributori attivi unici per progetto e per ecosistema ogni mese”, si legge nel rapporto.

Ethereum ha mantenuto la sua posizione di comunità di sviluppatori più grande e più forte: dalla metà del 2021, l’ecosistema ha costantemente superato i 2.200 collaboratori attivi mensili.

Su base quadriennale, la comunità di contributori di Ethereum è cresciuta con una crescita annuale composta del 24,9%. Il numero di collaboratori attivi mensili di Ethereum è diminuito di circa il 9% dal picco raggiunto nel novembre 2021.

Fonte: telstraventures.com

Anche Solana (SOL), il cosiddetto “killer di Ethereum”, ha mantenuto il suo ritmo di crescita, ma è ancora molto indietro rispetto a Ethereum. Al suo apice, Solana aveva circa 350 contributori attivi mensili, scesi a circa 260 durante il recente crollo del mercato.

Negli ultimi quattro anni i collaboratori della blockchain sono aumentati a un tasso di crescita annuale composto del 173%. Tuttavia, dal picco raggiunto da SOL nel novembre dello scorso anno, il numero di contributori attivi è sceso del 21%.

Fonte: telstraventures.com

D’altra parte, la criptovaluta di punta ha visto una crescita costante del numero di sviluppatori attivi negli ultimi otto anni. A metà del 2021, Bitcoin (BTC) contava oltre 400 collaboratori attivi mensili, scesi a circa 350 alla fine dello scorso anno.

La comunità di contributori di Bitcoin ha registrato un tasso di crescita annuale composto del 17,1% negli ultimi quattro anni, si legge nel rapporto, aggiungendo che il numero di contributori attivi è cresciuto dell’8,2% dal picco raggiunto nell’ottobre dello scorso anno.

Fonte: telstraventures.com

L’ultimo crollo del mercato, alimentato dal crollo di Terra della stablecoin algoritmica UST e il fallimento di alcune importanti società di criptovalute come Celsius e Capitale a tre frecce, ha cancellato circa 2 trilioni di dollari dalla capitalizzazione complessiva del mercato delle criptovalute.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.