Donald Trump – La sua collezione NFT accusata di truffa – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
5/5 - (6 votes)

La cosa più sorprendente di questo caso è che alcune persone ne sono effettivamente sorprese. Con la partecipazione di l’ex presidente degli Stati Uniti Donal Trump. E come arma del delitto, una collezione di NFT che lo ritraggono in vari abiti improbabili, da cowboy a supereroe. In altre parole, non mancava nulla per attirare tutti i dilettanti della speculazione vuota, la cui serietà nel settore delle criptovalute non è certo una priorità.

Ma che sorpresa, a poco più di 48 ore dal lancio, i sospetti di una truffa stanno già macchiando questa vendita di successo. Si tratta di stabilire se Donald Trump fosse effettivamente parte dell’equazione, se non come calamita per ……………….. (ognuno completerà secondo le proprie convinzioni). Ma anche un possibile conservazione volontaria di alcune copie rare o alcuni “premi” che vengono pubblicizzati solo per attirare i clienti.

Gettoni NFT

Donald Trump lancia un’improbabile collezione NFT

Hugh B. – 16 dic 2022 – 10:00

Tra il crollo del mercato e la regolamentazione del settore gli annunci che […]Per saperne di più

Donald Trump – La sua collezione NFT accusata di truffa

Benvenuti nel lato marrone della forza. Con un esempio quasi perfetto di cosa non fare, la raccolta di NFT lanciata da Donald Trump alla fine della scorsa settimana. Una battuta di dubbio gusto per questo storico nemico del settore delle criptovalute. Perché secondo alcune rivelazioni, le procedure messe in atto per la distribuzione delle copie più rare sarebbero state tutt’altro che trasparenti. Come nel caso della cena di gala promessa a uno dei suoi titolari. Ma in realtà, conservato dall’ex presidente per essere sicuro di non doverlo onorare.

Si è scoperto che Donald Trump ha coniato un migliaio di NFT nel suo portafoglio. Inoltre, ha tenuto per sé una gran parte dei NFT più rari della sua collezione. Il secondo NFT coniato era un esemplare unico, che fortuna…

OKHotshot

In effetti, sembra che i primi 1000 NFT di questa collezione sono stati creati dal suo portafoglio di amministratori. Questo probabilmente per approfittare del possibile aumento del prezzo minimo sul mercato secondario. Perché queste immagini vendute a 99 dollari hanno attualmente un prezzo di 0,30 ETH sulla piattaforma Opensea, ovvero poco più di 350 dollari per unità. E possedere una quota così elevata di questi prodotti può essere un ottimo modo per controllarne il prezzo.

La domanda è se l’ex presidente Donald Trump faccia effettivamente parte di questo progetto. In ogni caso, oltre che come una sorta di franchising messo a disposizione di questa improbabile collezione, a pagamento. Perché secondo l’account Twitter uomo tosaerba.eth tutto questo potrebbe essere nient’altro che un’operazione di marketing portata avanti dalla struttura “NFT INT LLC”. Quest’ultimo spiega in fondo al sito che “utilizza il nome, le sembianze e l’immagine di Donald J. Trump su licenza a pagamento di CIC Digital LLC”.

Criptovalute

AMF – La comunicazione dei cripto influencer deve essere “più chiara e responsabile”

Hugh B. – 26 Jul 2022 – 11:00

Il settore delle criptovalute non è esente da regolamentazione […]Per saperne di più

Vedremo se il prezzo di questi NFT scenderà sotto il livello minimo, l’ex presidente degli Stati Uniti sarà citato in giudizio dagli investitori insoddisfatti. Si tratta di un’influenza dubbia in questa materia. Perché questo è il tipo di “progetto” a cui tutto assomiglia…

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.