Criptovalute: l’UE passa dalla limitazione al divieto nelle sanzioni contro la Russia – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 2 minuti
4.7/5 - (14 votes)

 

L’Unione Europea ha annunciato un’ottava serie di sanzioni contro la Russia. Il provvedimento prevede una radicalizzazione delle precedenti misure relative alla detenzione di criptovalute da parte di conti o portafogli russi.

Divieto di portafogli, conti o servizi di criptovalute

Gli Stati membri dell’UE hanno adottato un nuovo arsenale di misure contro la Russia in risposta alla “continua escalation e alla guerra illegale contro l’Ucraina, compresa l’annessione del territorio ucraino sulla base di falsi referendum”. E le criptovalute, come in altre occasioni, hanno un ruolo di primo piano.

Nell’occhio del ciclone fin dall’inizio, ora sono presi di mira in questa nuova salva con un divieto assoluto. In particolare, mentre una delle precedenti sanzioni si limitava “semplicemente” a limitare i depositi di criptovalute da parte di cittadini o entità russe a 10.000 euro nei portafogli europei, oggi le stesse hanno non hanno più il diritto di possedere un portafoglio di criptovalute con una scambio che operano in Europa.

I divieti esistenti sui cripto-asset sono stati rafforzati vietando tutti i portafogli, i conti o i servizi di custodia di cripto-asset, indipendentemente dalle dimensioni del portafoglio.

Comunicato stampa dalla Commissione europea
Le criptovalute ricevono ancora un “trattamento preferenziale”.

In apparenza, come la volta scorsa, i russi residenti nell’UE o con passaporto UE dovrebbero sfuggire a queste sanzioni, anche se è noto che nella pratica è più complicato. D’altra parte, In questa nuova risposta dell’UE non c’è nulla sui trasferimenti di denaro russo verso conti bancari nell’Unione Europea, che erano stati limitati di dieci volte.

È vietato accettare depositi da cittadini russi o da persone fisiche residenti in Russia. Anche da persone giuridiche, entità o organismi stabiliti in Russia, se il valore totale dei depositi della persona fisica o giuridica, dell’entità o dell’organismo per istituto di credito supera i 100.000 euro.Regolamento (UE) del Consiglio dell’8 aprile 2022 concernente misure restrittive in relazione ad azioni destabilizzanti della Russia in Ucraina

Regolamento (UE) del Consiglio dell’8 aprile 2022 sulle misure restrittive in relazione alle azioni destabilizzanti della Russia in Ucraina

In effetti, si può considerare che questa severità mirata potrebbe riecheggiare le recenti intenzioni della Russia che, per voce del suo Ministero delle Finanze, annunciato la possibilità che tutte le industrie del Paese accettino bitcoin e criptovalute senza restrizioni per il commercio internazionale.

Nessuno sa cosa hanno in serbo per noi le autorità di regolamentazione in Europa (beh, MiCA-ish), quindi non aspettate oltre per investire in criptovalute e iscrivetevi subito su una piattaforma FTXOltre a un ambiente sicuro e protetto, riceverete uno sconto a vita sulle commissioni di trading (trade link).

 

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *