Analisi di Bitcoin ed Ethereum – Prezzi di BTC ed ETH lunedì 13 giugno 2022 – NotizieCriptovalute

Analisi settimanale dei prezzi del Bitcoin - 13 giugno 2022
⌛ Tempo di lettura : 4 minuti
4.6/5 - (14 votes)

E se la fine della scorsa settimana portasse a un nuovo cataclisma per Bitcoin ed Ethereum? Le prime due valute digitali avevano già limitato i danni dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione negli Stati Uniti venerdì scorso. Ma il giorno dopo furono travolti da una nuova tempesta. L’ETH ha appena sfondato il livello di supporto di 1.700 dollari a cui gli acquirenti si stavano disperatamente aggrappando.

Poiché nessun catalizzatore è in grado di contrastare le principali incertezze dei mercati finanziari, i movimenti ribassisti di Bitcoin ed Ethereum continuano ad avanzare. E le ultime analisi tecniche non inviano segnali tecnici incoraggianti, suggerendo che questa spirale da incubo potrebbe volgere al termine. Quindi i venditori hanno chiaramente il loro destino nelle loro mani.

Bitcoin – Nuovi minimi dell’anno

Al momento della stesura di questa analisi, Il Bitcoin ha appena toccato nuovi minimi dell’anno scendendo sotto il supporto di 25.000 dollari. E non solo sta iniziando a emergere una nuova striscia nera settimanale. Ma la cosa peggiore è che la pressione al ribasso non sembra diminuire. E non è un RSI leggermente in zona di ipervenduto nelle unità settimanali che impedirà ai venditori di spingerlo più in alto. Perché, purtroppo, tutto va nella loro direzione… che gli piaccia o no.

In primo luogo, l’evoluzione parallela della media mobile a 30 settimane (MM30 settimanale) rispetto alla linea discendente, non fa che rafforzare la Fase 4 di Weinstein. In secondo luogo, lo spalla-testa-spalla (ETE), convalidato dalla settimana del 18 aprile, vede avvicinarsi il suo obiettivo teorico finale, visto il violento calo dei prezzi del BTC. In terzo luogo, l’allontanamento dal supporto di 30.000 dollari porta a un distacco dei prezzi al di sotto del livello simbolico di fondo del suo intervallo o  canale orizzontale (rettangolo arancione).

Dopo una settimana di stallo per riprendere fiato, il mercato ribassista dei prezzi del Bitcoin accelera nuovamente. La minaccia di una rottura del livello di supporto di 25.000 dollari si fa sempre più evidente. E, se questo scenario funesto dovesse verificarsi, l’inizio di un declino senza fine. Questo dopo l’ultimo fallimento di BTC sotto la resistenza di 46.000 dollari e settimanale MM30 che potrebbe spingersi verso il critico e simbolico supporto dei 20.000 dollari..

Ethereum – distrutto il supporto di 1.700 dollari

Anche se è avvenuto durante il fine settimana, il taglio di un livello importante da parte di Ethereum rimane il momento più importante della scorsa settimana. In linea con la sua forte correlazione con il Bitcoin in tempi di magra, ha appena sfondato il livello di supporto di 1.700 dollari. E per farlo, lo ha fatto nel modo più difficile. Di conseguenza, ora è il turno del supporto a 1400 dollari ad essere messo in pericolo. Questo al punto di considerare l’obiettivo simbolico di 1000 dollari più rapidamente del previsto.

Analisi settimanale dei prezzi di Ethereum - 13 giugno 2022

Se il movimento al ribasso è eccessivo o meno, il mercato ribassista dei prezzi dei PF non è più in discussione. Con segnali tecnici sfavorevoli che sembrano molto simili a quelli mostrati da BTC, come ad esempio La fase 4 di Weinstein e l’evasione del suo gamma. Soprattutto perché gli indicatori tecnici non sono di alcun aiuto in assenza di divergenze ribassiste.

D’ora in poi e fino a prova contraria, la tendenza generale intorno a Ethereum sembra destinata a vedere altri vettori minacciati. Da un punto di vista di causa-effetto, questo solleva la possibilità di vedere i prezzi non più a quattro cifre, ma a tre. Allo stesso tempo, ciò equivale a annullare la maggior parte dei rendimenti registrati durante l’ultima corsa al rialzo.. E, dato che i prezzi del Bitcoin continuano a rimanere in stallo dalla settimana del 28 marzo, il cupo contesto di mercato sembra ora favorire questo scenario che era impensabile solo pochi mesi fa.

BTC e ETH – Una nuova dimensione dei mercati orso

Senza che nulla lasci presagire ciò che accadrà nelle prossime settimane, i mercati ribassisti di Bitcoin ed Ethereum hanno assunto una nuova dimensione grafica. Da un lato, i loro minimi sono sempre più profondi. Ciò rende meno probabile un’inversione di tendenza. D’altra parte, le due principali criptovalute stanno lottando per stabilizzarsi. E, in assenza di un assetto tecnico favorevole, i venditori rimangono in una posizione di forza rispetto agli acquirenti.

Poiché il picco dell’inflazione nei paesi sviluppati sarà probabilmente rimandato ancora di qualche mese, è prevedibile che la propensione al rischio non sarà presente. In questo caso, gli asset più speculativi come le criptovalute non saranno più la priorità per gli investitori istituzionali. D’altra parte, però, le obbligazioni e i contanti non sono alternative valide, perché in termini reali perderebbero denaro. Da qui la possibilità di un Una possibile corsa agli asset tangibili che hanno dimostrato il loro valore in periodi di inflazione.


Il trading di criptovalute comporta un elevato livello di rischio e potrebbe non essere adatto a tutti. Si raccomanda di informarsi bene sui rischi associati e di investire solo le somme che ci si può permettere di perdere.

Il contenuto del sito web NotizieCriptovalute.it ha finalità esclusivamente educative e informative. Non costituisce una raccomandazione e non può essere considerata un incentivo alla negoziazione di strumenti finanziari.

NotizieCriptovalute.it non garantisce i risultati o le prestazioni degli strumenti finanziari presentati. Pertanto, decliniamo ogni responsabilità per l’uso che può essere fatto di queste informazioni e per le conseguenze che ne possono derivare.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.