Che cos’è una moneta fiat? – notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 7 minuti
4.7/5 - (14 votes)

Il termine moneta a corso fisso è spesso contrapposto al termine criptovaluta. Una distinzione che non è sempre evidente a prima vista, ma che si basa su specificità molto chiare. Soprattutto in relazione a Bitcoinla cui comparsa e adozione non fanno altro che evidenziare le carenze di queste valute delle banche centrali con un carattere deterministico imposto. Ma prima di sostituirli, il primo passo è capire come funzionano.

La storia del denaro risale ai primordi dell’umanità. Perché ha reso rapidamente possibile caratterizzano uno scambio o la simbolizzazione di un valore destinati e/o accantonati a questo scopo. E se il suo uso effettivo è da associare a “un simbolo di conteggio utilizzato per contabilizzare un bene”, allora le loro prime iterazioni risalgono a molto più tempo fa di quanto si possa immaginare. Ciò implica che una forma decisamente diversa dalle odierne valute fiat.

In effetti, le valute che conosciamo oggi rispondono ad alcune specificità molto precise. Sono legati a uno Stato o a un’area geografica specifica, come l’Europa. E questo avviene sotto la gestione di banche centrali – indipendenti dai governi – che sono le uniche responsabili della loro gestione. Questo è, ad esempio, il Banca centrale europea (BCE) per l’euro o la Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti d’America per l’USD.

La moneta Fiat: cos’è?

Una moneta a corso fisso è la rappresentanza monetaria istituita da uno Stato, sotto la gestione di una banca centrale. E serve soprattutto a fornire un mezzo di pagamento unico e armonizzato in un determinato territorio. Il suo valore è ampiamente sostenuto dal fatto che viene imposto alla popolazione interessata sotto forma di quello che alcuni presentano come determinismo monetario. Cioè, un individuo nato in una certa parte del mondo diventerà inevitabilmente un utilizzatore della moneta del governo da cui dipende.

La moneta Fiat: cos'è?

Da un punto di vista etimologico, il nome deriva dall’inglese “fiat” che significa “decreto” in inglese. Si tratta quindi di un principio operativo inizialmente legato a una logica regale. Vale a dire, sotto la responsabilità del re, o nel caso specifico di un’autorità che ne determina la gestione. Un ruolo ora occupato dalle banche centrali, che si occupano di politica monetaria. Nella maggior parte dei casi, ciò significa mantenere la stabilità dei prezzi, gestire i tassi di interesse e proteggere l’occupazione.

Il denaro può essere considerato il fondamento dell’economia di mercato. In quanto parte del patrimonio degli agenti, il denaro è un bene privato. Allo stesso tempo, è un bene pubblico. La stabilità del valore della moneta è vantaggiosa per gli agenti e solo un’istituzione esterna agli agenti privati può garantirne la stabilità. L’istituzione che garantisce la stabilità della moneta e a cui è affidata la gestione della politica monetaria è il più delle volte indipendente dal potere politico. “

viepublique.fr – Perché usare una valuta?

Ma lo status delle valute fiat non è così stabile come sembra. Soprattutto perché La decisione del Presidente degli Stati Uniti Richard Nixon, nel 1971, di separare il dollaro dal suo valore in oro. Una relazione che risale solo al 1944, tuttavia, con l’Accordo di Bretton Wood. Ovvero, l’organizzazione del sistema monetario mondiale attorno al dollaro USA, che è diventato l’unica valuta convertibile in cambio di questo metallo giallo. Tutto questo è stato nuovamente sconvolto qualche anno dopo, con la cancellazione dei tassi di cambio fissi tra le valute (valute estere). Questi ultimi ora fluttuano l’uno contro l’altro in base alla domanda e all’offerta.

Bitcoin

Bitcoin – Il denaro non sarà più lo stesso dopo la guerra in Ucraina

Hugh B. – 09 Mar 2022 – 10:00

Il conflitto della Russia in Ucraina è la causa di […]Per saperne di più

Ragione per cui è diventato molto difficile parlare di stabilità in relazione a queste valute fiat. Infatti, anche se la stabilità può sembrare efficace nel paese in cui opera, il suo tasso di cambio può variare notevolmente rispetto alle valute “più forti” o “più deboli”. Ma anche in base allo stato del mercato economico internazionale e ai problemi geopolitici.

Infine, le monete fiat devono essere distinte da altri tipi di strumenti monetaricome le valute di base, come l’oro, o più recentemente le criptovalute. Questi ultimi stanno provocando un vero e proprio sconvolgimento nel settore, come vedremo più avanti in questo articolo.

moneta fiat, moneta fiat: quali sono le differenze?

C’è una differenza tra denaro fiat e denaro fiat, che in definitiva sono due facce della stessa medaglia. Ma l’aspetto fiduciario è più precisamente legato all’espressione materiale della moneta fiat, cioè sotto forma di banconote o monete. Infatti, il termine fiduciario deriva dal latino “fiducia”, che significa “fiducia”. Questo perché è necessario consentire che un semplice pezzo di carta privo di valore intrinseco possa essere utilizzato come rappresentazione di un valore nominale effettivo accettato da entrambe le parti di una transazione.

moneta fiat, moneta fiat: quali sono le differenze?

Il denaro a valore intrinseco è sostituito dal denaro divisionaleIl valore di queste monete non è più determinato dalla quantità di metallo che contengono, ma dalla fiducia che l’utente ripone nel valore scritto sulla moneta. Questo è lo stesso sistema che regola il moneta fiatcomposto da banconote. “

viepublique.fr – Le forme di denaro

L’origine del denaro le monete contenevano, a causa del loro peso in materiali preziosi come l’oro o l’argento, il vero valore che si supponeva rappresentassero.. Ma questo non è più il caso, tanto che alcuni paesi come Transnistria In passato, il governo della Transnistria si è spinto a emettere monete sotto forma di gettoni di plastica, con valore nominale di 1, 3, 5 e 10 rubli. E anche se si tratta di un caso isolato, è una perfetta rappresentazione di cosa sia una moneta fiduciaria.

moneta fiat di plastica transnistria
monete (rubli) di… plastica!

Sapendo che può esistere anche valute fiat che non sono direttamente collegate a valute fiat. Questo è il caso, ad esempio, delle valute private emesse dalle banche, come l’Euro WIR. Proprio come la moneta a corso fisso può essere scritturale – sotto forma di una semplice registrazione contabile – oppure elettronica. Quest’ultimo caso è anche il caso di più del 90% degli euro che circolano in modo totalmente dematerializzato.

Criptovaluta contro valuta fiat

Se c’è un fatto ormai assodato è che la comparsa del Bitcoin ha messo in crisi le valute tradizionali. A cambio di paradigma monetario le cui conseguenze sono attualmente in fase di stesura. La comparsa delle criptovalute riporta ovviamente la questione della fiducia al centro del dibattito monetario, dal momento che non c’è più modo di materializzarle. E questo è tanto più vero se consideriamo che la loro natura decentrata, che rende impossibile collegarli a un organo di gestione identificabile.

moneta a corso fisso contro Bitcoin

In effetti, con le criptovalute è si sta scrivendo una nuova pagina di storia monetaria davanti ai nostri occhi. Una dinamica il cui punto di partenza può essere chiaramente identificato nella pubblicazione storica della Libro bianco su Bitcoin il 31 ottobre 2008. Con un modello di business che decide su di rinunciare a qualsiasi “terza parte fidata”. per offrire transazioni dirette e irreversibili, impossibili da censurare.

Una versione puramente peer-to-peer della moneta elettronica consentirebbe di inviare pagamenti online direttamente da una parte all’altra senza passare attraverso un’istituzione finanziaria. La firma digitale rappresenta una parte della soluzione, ma i vantaggi principali si perdono se è ancora necessaria una terza parte fidata per evitare una doppia spesa. Proponiamo una soluzione al problema della doppia spesa utilizzando una rete peer-to-peer.. “

Libro bianco su Bitcoin

Bitcoin, valute fiat e inflazione

A differenza delle valute fiat, Il Bitcoin è difficile da produrre e la sua quantità massima, inizialmente scritta nel codice, è limitata a 21 milioni di unità.. Nessuno può quindi sfruttare a proprio vantaggio la macchina per stampare denaro. Il fatto che si tenga conto della quantità di unità prodotte (offerta) è una delle caratteristiche specifiche dell’universo delle criptovalute. Per ognuno di essi si basa su una gestione monetaria (tokenomics) che è specifico per esso. Questi dati devono essere presi in considerazione dagli investitori per stimare il suo potenziale di crescita e la sua effettiva forza.

Ecco perché il Bitcoin viene spesso citato come una uno strumento monetario in grado di resistere all’inflazione che affligge l’economia tradizionale. E anche se resta da vedere, è chiaro che la sua quantità limitata non ha nulla a che vedere con il flusso ininterrotto di dollari emessi dalla Federal Reserve statunitense. Spesso questo viene fatto nel tentativo di controllare il problema dell’emissione di troppi dollari.

Bitcoin

FMI – “Abbiamo stampato troppo denaro senza pensare alle conseguenze non volute”

Hugh B. – 23 Apr 2022 – 13:00

Mentre il Bitcoin sta infiammando i dibattiti su molti argomenti, la crisi […]Per saperne di più

Collegamenti tra criptovalute e moneta a corso fisso

In sintesi, sembra possibile definire il legame tra criptovaluta e moneta a corso fisso come due realtà opposte dello stesso sistema. Infatti, anche se le autorità di regolamentazione cercano di opporsi, il Bitcoin è sempre più utilizzato come valuta a sé stante. E nel 2021 è stata persino adottata da El Salvador come valuta ufficiale per la prima volta nella sua breve storia. Il che non vuol dire che che un giorno potrebbe sostituire il dollaro. Ma è chiaro che l’esistenza di queste alternative decentralizzate non può più essere ignorata dalle banche centrali, a causa della concorrenza diretta che esse esercitano sul loro monopolio.

Come e perché convertire le criptovalute in fiat?

La conversione delle criptovalute in valute fiat è un esercizio che dovrebbe essere affrontato con una certa cautela. Soprattutto nei paesi in cui qualsiasi plusvalenza realizzata è soggetta a una tassazione del 30% dopo l’applicazione della flat tax. Ma questo riguarda soprattutto i trader la cui attività principale è quella di vivere dei propri profitti sul campo. E non bisogna confondere la moneta fiat con le stablecoin sostenute da moneta fiat, perché per queste ultime la realtà è ben diversa.

Infine, l’utilità di una criptovaluta può essere molto interessante nel contesto dei trasferimenti di denaro all’estero, indipendentemente dal Paese coinvolto. Questo perché permette di eseguire queste operazioni in pochi secondi a costi molto bassi. Questo è particolarmente vero se confrontato con le transazioni transfrontaliere effettuate con valute fiat e intermediari ufficiali. In effetti, in questo caso la conversione in moneta fiat una volta ricevuta la transazione permette di sfuggire a questo osceno racket delle frontiere.

Qual è l’uso delle criptovalute fiat agganciato e altre monete stabili?

Ma il vero cambiamento che sta avvenendo nel settore delle criptovalute è l’emergere di molte soluzioni di stablecoin. Questi ultimi stanno dando i regolatori a sudare. Questo perché offrono l’accesso alle stesse valute, su cui si appoggiano, sfuggendo al controllo delle banche centrali. Questo consentendo proteggere gli investimenti in criptovalute tra una transazione e l’altra – o durante un mercato ribassista, senza dover ricorrere nuovamente alla moneta fiat… e alla possibile tassazione.

Sapendo che le più importanti monete stabili (USDT, USDC e BUSD) sono per lo più gestite da strutture altamente centralizzate, anche se rimangono private. Cioè, hanno il potere di bloccare i fondi dei propri utenti in qualsiasi momento, soprattutto nell’ambito di procedimenti giudiziari. Un’opzione che non esiste nel file le loro controparti decentrateil cui leader rimane il DAI del protocollo DeFi MakerDAO.

Le valute fiat rappresentano quindi tutti gli strumenti monetari emessi dalle banche centrali, siano essi fiduciari o dematerializzati. Vale a dire, nel caso della Francia – e più in generale dell’Europa – l’euro e tutti i suoi documenti contabili. Un settore che finora è stato chiaramente controllato dai governi. Ma il determinismo imposto a questo settore si scontra ora con l’emergere delle criptovalute. E l’arrivo in forze delle stablecoin, che sono sostenute da valute fiat senza esserlo realmente, non aiuterà questa distorsione dei confini che prima erano chiusi a qualsiasi concorrenza.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *