Perché la crittografia rimane di nicchia e lontana dal mainstream – Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.7/5 - (14 votes)

Le criptovalute continuano a catturare l’immaginazione dei sostenitori e a fare notizia quasi quotidianamente. Ma sotto molti aspetti, rimangono un settore immaturo con relativamente pochi casi d’uso. Il problema principale in questo momento è l’adozione, soprattutto durante un mercato ribassista, in termini di sensibilizzazione generale e di incoraggiamento di un maggior numero di persone a utilizzare effettivamente le criptovalute e la tecnologia blockchain nella vita quotidiana.

Negli ultimi cinque anni circa, le parole d’ordine hanno troppo spesso definito il settore. Nel 2017 andavano di moda le offerte iniziali di monete (ICO). Oggi, i token non fungibili (NFT) sono essenzialmente le ICO di cinque anni fa. L’anno prossimo, probabilmente, ci sarà una nuova parola d’ordine per le criptovalute.

A causa dell’ossessione del settore per l’appariscenza piuttosto che per la sostanza, non ci sono abbastanza aziende nello spazio delle criptovalute che si concentrano sulla costruzione di un prodotto di qualità dal punto di vista dell’interfaccia utente e dell’esperienza dell’utente, offrendo un valore reale e fornendo una grande esperienza al cliente. Non dovrebbe trattarsi solo di creare un nuovo prodotto alla moda. , ma offrire un caso d’uso reale e un valore che le persone cercano nella loro vita quotidiana.

Significato di valore

Il valore consiste nel fornire qualcosa di cui i consumatori hanno bisogno, nell’offrire una soluzione a un problema che hanno o nel permettere loro di fare qualcosa che trovano interessante. Instagram è decollato quando le persone hanno riconosciuto sia la facilità d’uso sia l’importanza di mantenere la propria cerchia sociale informata sulle proprie attività. Una delle maggiori proposte di valore di Twitter è quella di permettere a chiunque di connettersi e interagire con figure autorevoli e celebrità, il che ha contribuito ad alimentarne la rapida ascesa.

Nel settore fintech, per valore si intende in genere la realizzazione di qualcosa che fornisca un servizio o una funzionalità mai esistiti prima o che offra un miglioramento almeno 10 volte superiore a quello attualmente disponibile. Sarà molto più veloce, migliore o più facile rispetto alle offerte esistenti.

Robinhood è un grande esempio recente di questo tipo. In precedenza, le persone dovevano affidarsi a consulenti finanziari e utilizzare vari servizi bancari per acquistare azioni e altre attività finanziarie. Il sistema era obsoleto, limitato ed eccessivamente tecnico per una persona media. Robinhood è emerso e lo ha reso estremamente accessibile, fornendo un valore significativo attraverso un modello di business innovativo e mirato.

Dolori di crescita

Con le criptovalute, il concetto di fondo è sorprendente. È possibile trasferire valore e monitorarlo in tutto il mondo su un libro mastro trasparente e distribuito che nessuno possiede o controlla.

Quando le ICO sono arrivate circa cinque anni fa, molte di esse offrivano componenti di grande valore in superficie. A parte i regolamenti, la conformità e le giurisdizioni, per le aziende è diventato molto più rapido ed efficiente raccogliere capitali. Potevano essenzialmente avviare l’ecosistema e disporre di una buona base di potenziali utenti – gli early adopters.

Il rovescio della medaglia? Si sono sviluppate molte truffe a causa della minore barriera all’ingresso, e i cattivi attori hanno usato parole d’ordine con scarso valore effettivo per creare la sensazione che la “next big thing” fosse arrivata. Si è scoperto che molte persone molto brave nel marketing non sono molto abili nel costruire buoni prodotti, o non vogliono nemmeno costruirli. Così la maggior parte delle ICO, come la maggior parte delle IPO alla fine degli anni ’90, si è rivelata una truffa, un fallimento o una cattiva gestione.

Per i token non fungibili è emerso lo stesso schema. Gli artisti hanno ora un modo efficiente per “filigranare” digitalmente le loro opere per combattere il plagio e fornire una prova di proprietà, guadagnando al contempo commissioni sulle vendite del mercato secondario. Esistono quindi casi d’uso molto specifici per gli NFT, con evidenti vantaggi. Ma la maggior parte di essi sono solo speculazioni o sciocchezze ridicole, come dimostra il crollo del mercato degli NFT.

Proiezione di un percorso futuro

Il futuro delle criptovalute non sarà quello di agganciarsi alla prossima parola d’ordine come abbiamo visto in passato, dalle ICO alla finanza decentralizzata (DeFi), dal Web 3.0 alle NFT.

Sebbene l’idea di essere la propria banca sia una grande innovazione, non è ancora abbastanza facile da usare per ottenere un’adozione diffusa, quindi il valore è stato limitato agli esperti di tecnologia. Purtroppo, alcune società di criptovalute sono diventate famose e alla moda perché acquistano i diritti di denominazione degli stadi o hanno testimonial famosi, invece di concentrarsi sul loro prodotto e servizio. Dietro a tutto ciò, spesso sono solo piattaforme white-label che non offrono alcuna innovazione o valore e di solito forniscono un’esperienza utente scadente o eccessivamente complicata.

Un grande prodotto è un prodotto facile da usare e una fonte di valore reale e quotidiano per i suoi utenti. È anche migliore, più veloce e più facile di qualsiasi offerta esistente, oltre che supportato da un’assistenza tecnica rapida e competente.

Soprattutto l’adozione rappresenta la sfida principale per il futuro delle criptovalute. La realtà è che migliore è l’esperienza dell’utente, più centralizzata è la piattaforma. Quindi la domanda diventa: Esiste una via di mezzo in cui è possibile migliorare l’esperienza pur mantenendo l’idea di decentralizzazione?

Chiunque crei un prodotto mainstream che introduca la persona media alla crittografia in modo facile e intuitivo, risolverebbe il problema dell’adozione e porterebbe l’intero settore a un altro livello.

Protected by Copyscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.