Miami – La città conferma l’adozione del Web3 con la raccolta di NFT – Notiziecriptovalute

⌛ Tempo di lettura : 3 minuti
4.9/5 - (11 votes)

L’adozione delle criptovalute – e dei loro derivati – non incontra lo stesso fervore da parte di tutti. E coloro che cadono nella tana del Bianconiglio si vedono dal loro entusiasmo per questa nuova economia digitale. Un elenco (non esaustivo) di seguaci che ora include presidenti della Repubblica, star di Hollywood e altri miliardari e leader d’azienda. Ma anche il sindaco della città di Miami, che è decisamente molto motivato a includere la sua città nel nuovo universo Web3. L’ultima iniziativa: il lancio di una collezione di 5.000 NFT, con partner importanti.

I token NFT sono la vetrina artistica e culturale del settore delle criptovalute. Ecco perché la loro adozione è in piena espansione, visto che il mercato è esploso nell’ultimo anno. Perché consentono di pubblicare immagini digitali in edizioni limitate, con i relativi diritti di proprietà. E, una volta per tutte, non si può fare un semplice copia e incolla per ottenere la stessa cosa. Così come possedere una riproduzione della Monna Lisa non dà diritto alla proprietà del dipinto originale.

Tuttavia, la scelta delle NFT non è affatto una decisione leggera e priva di conseguenze. Perché sembra precipitare la persona che decide di parteciparvi in una visione del mondo portata dall’emergere del Web3. Un cambiamento che è osteggiato da molti attori dell’economia odierna, soprattutto nel settore dei giochi. L’ultimo rifiuto compulsivo proviene dallo studio di videogiochi svedese Mojang Studios, noto soprattutto per aver sviluppato Minecraft. Un’opposizione che il sindaco della città di Miami sembra ignorare, deciso a confermare la sua adozione digitale con il lancio di una collezione di NFT.

Miami – Una raccolta di “quasi 5000 NFT

Il progetto NFT lanciato dalla città di Miami viene presentato senza alcuna ambiguità come un’emergenza del Web3. Un’accozzaglia mediatica i cui limiti e ambizioni non sono ancora stati definiti. Ma questo è il termine usato nel comunicato stampa pubblicato ieri sul sito ufficiale. Si tratta di una collezione di “quasi 5000 NFT” creati da 56 artisti locali.. Queste sono destinate a simboleggiare “l’area di 56 miglia quadrate della città”. Il tutto in collaborazione con MasterCard e il suo programma Priceless Miami di esperienze locali uniche.

Grazie a questa collaborazione, la città di Miami svelerà una collezione unica di quasi 5.000 NFT disegnati da 56 artisti locali di Miami, che rappresentano l’area di 56 miglia quadrate della città (…) Questo raccoglierà capitali e fornirà esperienze ai nostri cittadini e a coloro che visitano questa grande città. Allo stesso tempo, possiamo utilizzare questo nuovo approccio per sostenere gli artisti e le associazioni di beneficenza locali.

Miami

Un’iniziativa che dovrebbe essere lanciata entro la fine dell’anno. E il cui obiettivo dichiarato è quello di offrono “un approccio innovativo al Web3 per generare entrate per le imprese locali e le organizzazioni non profit”.. Ma anche per sostenere gli artisti di Miami offrendo loro un supporto innovativo e una visibilità digitale del tutto nuova.

Miami NFT – Partner di scelta

Perché il sindaco di Miami non fa le cose a metà. E per garantire che il lancio avvenga nelle migliori condizioni possibili, si è circondato di partner d’eccezione.. In primo luogo, MasterCard e il suo programma Priceless Miami, che offrirà ai titolari di NFT “esperienze uniche e altre attività memorabili” in luoghi selezionati della città. Ma anche TIME, presentato come un “marchio quasi centenario che nell’ultimo anno si è affermato come leader nello spazio Web3”. Ciò è avvenuto principalmente con la creazione della divisione NFT, denominata Pezzi di tempo. Il suo ruolo in questa impresa era quello di “guidare la strategia, sviluppare la creazione e lanciare l’iniziativa”.

Sono lieto di collaborare con TIME, Mastercard e Salesforce a questa iniziativa. Miami è stata all’avanguardia nella rivoluzione del Web3 e continueremo a utilizzare queste nuove tecnologie per supportare le nostre reti esistenti e attrarre nuove imprese.

Francesco X. Suarez, sindaco di Miami

Finalmente arriva della struttura Salesforce, responsabile dell’aspetto tecnico di questa iniziativa. Ovvero, la creazione di questi token NFT (mint) e la loro vendita sulla sua nuovissima piattaforma NFT Cloud. Quest’ultimo è ancora in una “fase pilota chiusa”, ma dovrebbe essere aperto molto presto. L’obiettivo è offrire “esperienze connesse nel mondo fisico e digitale”. E la promessa, secondo il comunicato stampa, “di connettersi con i propri titolari di NFT in modi nuovi e significativi” . Uno bello programmo…

Protected by Copyscape

Un pensiero su “Miami – La città conferma l’adozione del Web3 con la raccolta di NFT – Notiziecriptovalute

  1. Nft dice:

    It is actually a nice and helpful piece of information. I am glad that you simply shared this useful information with us.

    Please stay us up to date like this. Thank you for
    sharing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.